Morì durante il trasferimento in ospedale, la Asl: «La bombola d'ossigeno era carica»

Mercoledì 15 Settembre 2021 di Fiorangela d'Amora
Morì durante il trasferimento in ospedale, la Asl: «La bombola d'ossigeno era carica»

Aveva fame d'aria ed è morto chiedendo aiuto, quello sguardo perso e impaurito è l'ultima scena che i familiari non dimenticheranno mai. «L'ambulanza aveva personale non adeguato e la bombola di ossigeno era vuota» avevano denunciato i parenti di Aniello Vicidomini, originario di Casola, poche ore dopo la morte avvenuta al Cardarelli, dove l'uomo era stato trasferito dal San Leonardo di Castellammare.

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 20:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA