Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Regione Campania, approvato il piano strategico per i beni confiscati. Fiola: «Un segnale di cambiamento»

Martedì 21 Giugno 2022
Regione Campania, approvato il piano strategico per i beni confiscati. Fiola: «Un segnale di cambiamento»

La VI commissione Regionale permanente, presieduta dalla consigliera regionale del Pd, Bruna Fiola, ha approvato la delibera di Giunta regionale per l'adozione del «Piano strategico per i beni confiscati anni 2022/2024», ad iniziativa dell'assessore regionale per le politiche integrate e per la sicurezza e legalità, Mario Morcone. Hanno partecipato, si legge in una nota, ai lavori della Commissione il consigliere Francesco Iovino , il consigliere Felice Di Maiolo, la capogruppo del M5S, Valeria Ciarambino, la consigliera Vittoria Lettieri , il consigliere regionale Salvatore Aversano , la consigliera Maria Luigia Iodice. Il Piano strategico per i beni confiscati, previsto dalla Legge regionale 7/2012, rappresenta lo strumento di programmazione che definisce i principi di indirizzo e coordinamento e che individua i criteri e i settori delle progettualità atti a promuovere e sostenere il riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata presenti sul territorio regionale.

Esso punta sulla valorizzazione dei beni confiscati, sul rafforzamento delle competenze nella gestione dei beni confiscati e sulla partecipazione attiva della cittadinanza e sulla reimmissione nel circuito dell'economia legale delle aziende confiscate. «L'approvazione del Piano è importante perché esso deve dare un segnale di cambiamento, anche per l'immaginario collettivo, nel senso che un bene confiscato alla criminalità organizzata venga recuperato per essere messo a disposizione dei cittadini utilizzandolo nel migliore modo possibile e per usi socialmente rilevanti, come il supporto alle donne vittime violenza e per il recupero dei minori» - ha sottolineato la presidente Fiola - che ha aggiunto: «resta in piedi il problema della gestione e del controllo dei beni confiscati che, ancora oggi, risultano carenti e che vanno, invece, rafforzati attraverso specifiche azioni strategiche».

 

La Commissione ha, altresì, designato il consigliere regionale del M5S, Salvatore Aversano, quale componente per l'opposizione, dell'Osservatorio Regionale per il benessere dell'infanzia e dell'adolescenza, istituito con legge regionale n. 42/2021, Collegato alla Stabilità Regionale 2021, al fine di promuovere il benessere psichico e fisico dei minori, contrastare i fenomeni della povertà educativa, della dispersione scolastica, della devianza minorile, della violenza sui minori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA