Arena Flegrea, ecco gli eventi in programma: ci sono Plant e i Massive Attack

Sabato 16 Aprile 2016 di Federico Vacalebre
Arena Flegrea, ecco gli eventi in programma: ci sono Plant e i Massive Attack

Dodici concerti, si inizia il 25 giugno con Cammariere che incontra la coppia Paoli-Danilo Rea, si chiude (per ora) il 30 agosto con le Quattro stagione riscritte da Max Richter. L'Arena Flegrea ci riprova e quella annunciata ieri è la prima vera stagione da quando la struttura disegnata da Giulio De Luca nel 1940 e poi di nuovo nel 2001, è tornata a seconda vita.Francesco Floro Flores presidente del gruppo Trefin che ha in gestione lo spazio, rivendica «quanto fatto, a dimostrazione che a Napoli si può fare, che c'è una Napoli che sa fare.

Quando ho visto per la prima volta com'era combinata la struttura mi sono messo le mani nei capelli: abbiamo restituito alla città uno spazio prezioso. Il sindaco de Magistris rilancia: «È bello che istituzioni e privati collaborino, e non è casuale che succeda in un momento come questo, al termine di un processo di riappropriazione della Mostra d'Oltremare». Processo che continua, assicura il presidente Donatella Chiodo, che con il consigliere delegato Giuseppe Oliviero annuncia anche sinergie come quella che, fuori cartellone, porterà in Arena Edoardo Bennato nei giorni della Fiera della Casa (17-26 giugno), ingresso con il biglietto della manifestazione (4 euro).

Un altro prologo, già chiacchieratissimo, poteva essere l'evento Al Pacino, prenotato per il 13 e 14 giugno dal Napoli Teatro Festival Italia: «Noi siamo pronti ad ospitarlo, felicissimi di poter iniziare tutto con un artista di simile caratura, ma dobbiamo aspettare che siano firmati i contratti», svicola Flores, che non sa ancora della bocciatura del governatore De Luca.Intanto, quello che ha disegnato il direttore artistico Stefano Valanzuolo, critico musicale già alla guida di Ravello, è un vero e proprio festival, sia pur «trasversale», come spiega lui: «L'Arena è nata per ospitare la musica classica, lirica e sinfonica, che a Napoli vuol dire San Carlo: il teatro per il 2016 aveva già i suoi progetti, speriamo di poterlo coinvolgere per il futuro. Così quest'anno quello che ci manca è una grande orchestra. Ma c'è il grande jazz, la grande canzone d'autore, il grande rock, e anche qualche scommessa su giovani pronti ad esplodere».Valanzuolo pensa a Jack Savoretti (5 luglio, biglietti da 35 a 30 euro)) ed è particolarmente fiero della ministagione jazzistica messa in piedi, che poi così mini non è: Diana Krall (11 luglio, per la prima volta a Napoli, biglietti da 88, 55 e 33 euro), Pat Metheny (il 12 luglio, con il gigante del contrabbasso Ron Carter, il pianista Gwylym Simcock e una promessa: rendere omaggio all'amico Pino Daniele; ticket da 45, 35 e 30 euro), Chick Corea (che pure potrebbe ricordare il Nero a Metà oltre che festeggiare i suoi 75 anni con Kenny Garrett, Wallace Rooney , Christian McBride e Marcus Gilmore; biglietti da 44 e 33 euro), Stefano Bollani (il 19, con l'anteprima di «Napoli trip», album in uscita a maggio di riletture e reinvenzioni di classici partenopei che coinvolge Daniele Sepe, Jim Black e Nico Gori oltre che, ma solo su cd, Hamilton de Hollanda; biglietti da 35 e 30 euro).

Tornano all'Arena Flegrea, dove li portò il Neapolis Festival, Robert Plant, questa volta con i Sensational Space Shifter (22 luglio, biglietti da 85, 75 e 65 euro) e i Massive Attack (27 luglio, con ipotesi di coinvolgere Raiz ed altri amici napoletani: biglietti da 58, 50 e 44 euro)) per la gioia del pubblico rock il primo, della generazione trip hop i secondi. Di assoluta qualità il debutto partenopeo di Rufus Wainwright (il 28 luglio, per un omaggio a Judy Garland che porterà sul palco anche l'amica Emma Marrone; da 45 a 35 euro). Due gli appuntamenti di agosto: Paolo Fresu, Omar Sosa e Jacques Morelembaum alle prese con il progetto «Eros» (l'1) e «Amore che vieni, amore che vai», omaggio a De André che unisce la Donà, la Marcotulli, Bosso, Girotto, Pietropaoli, Calcagnile e Lanza (il 5 agosto).I biglietti per il primo e gli ultimi tre concerti del cartellone non sono ancora in vendita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA