Artiano, chirurgo estetico dei vip: «Io, dalla periferia al successo»

Domenica 4 Luglio 2021
Il chirurgo dei vip Salvatore Artiano

Salvatore Artiano, chirurgo estetico delle star: lei ha una storia molto particolare, simbolo di rinascita e riscatto e in questo incarna appieno uno dei simboli di Napoli che è una città capace di autorigenerarsi.

«Napoli è una città stupenda anche se ricca di contraddizioni e di paradossi, la sua bellezza lascia tutti incantati ed un po’ stregati. In fondo quest’anima mi rispecchia molto, sono genio e sregolatezza, dedizione e passione, tecnica ed arte, studio e e creatività. In questo mi rispecchio molto in Napoli, una città capace di rigenerarsi ed uscire sempre vittoriosa da una crisi. Sicuramente mi piacerebbe se tutti i napoletani si rendessero conto della bellezza della città, del suo valore, e facessero proprio questo valore con un senso civico maggiore cercando di preservarla sentendola come “casa”».

Un passato in sala operatoria come anestesista, una figura che il paziente vede a mala pena prima di addormentarsi quasi come un fantasma ma alla quale si deve la vita stessa e che non ha abbastanza riconoscimenti. Com’è stato passare alla professione di medico estetico che invece è una figura quasi divina che modella e cambia le persone? 

«Diciamo che ho studiato per moltissimi anni dopo aver conseguito due lauree ed un corso di specializzazione in anestesia, ho seguito un master di medicine estetica a Milano. Lavorare come anestesista mi ha arricchito molto sia dal punto di vista umano che professionale. È vero l’anestesista sembra essere un fantasma ma è una figura chiave ed importantissima. Spesso siamo noi anestesisti a “salvare” tante vite dei pazienti. Ho lavorato in diversi ospedali e vinto numerosi concorsi ma la mia passione era chiara già dall’infanzia ed è solo cresciuta col tempo. Quando ho studiato la tossina botulinica a scopi medico oculistici già immaginavo di poterla applicare ad altri muscoli è così è stato. Avevo ragione, capivo che la mia passione mi avrebbe portato in questa direzione. La scelta non è stata semplice: godevo di ottima stima nella clinica Mediterranea nellaquale lavoravo ed il primario, che stimo tantissimo, non mi voleva mollare. Ma la decisione era presa e così ho deciso di rischiare ed aprire il mio studio nel centro di Napoli. Le persone a me care mi hanno supportato in questa scelta ed oggi posso dire di aver fatto la scelta giusta».

Video

La pacatezza che la contraddistingue è già il sentore dell’eleganza del tocco. L’errore che si commette di più in medicina e chirurgia estetica è dimenticare la personalizzazione dell’ immagine di ciascuno...

«Quando lavoro vado in trance così come uno scultore modella il marmo, un pittore il suo quadro io cerco l’armonia del viso, quella bellezza naturale che spesso rappresenta il primo step per sentirsi meglio con se stessi, più sicuri e più sereni. Sono sempre stato contrario agli stereotipi e la naturalezza è una mia caratteristica distintiva. In fondo se ci pensa fino a qualche anno fa tutti si nascondevano dallo svelare trattamento di medicina estetica invece in qualche anno è tutto cambiato, mi chiedono di fare una foto per riportarla forse perché non si vedono più “plastificati” ma naturali con quel tocco di eleganza in più».

La medicina estetica ha sostituito la chirurgia con metodi meno invasivi. Cosa si puó fare oggi senza bisturi? 

«La medicina estetica ha fatto passi da gigante soprattutto negli ultimi anni e la reversibilità dell’intervento/trattamento la rende piu flessibile rispetto ad un intervento. Oggi si può lavorare con la medicina estetica a 360 gradi sia sul viso che sul corpo mediante l’utilizzo di macchinari non invasivi. Partendo dal viso possiamo addolcire un naso, modellare le lebbra, ridurre le rughe, ingentilire la forma o virilizzare un volto. Si possono tonificare i muscoli, ridurre l’adipe, eliminare le macchie, credo veramente che oggi sia possibile fare moltissimo con la medicina estetica. Chiaramente restano necessari quegli interventi lì dove è necessario l’utilizzo di un bisturi nel caso ad esempio di una mastoplastica o ad una importante riduzione di adipe mediante liposuzione».

A Napoli lei è esclusivo, fa trattamenti che non ha nessuno. Raccontano che non dorme per cercare novità estetiche anche in vacanza. Di cosa si tratta? 

«Mi viene da sorridere ma è così. Tolte le mie 6/7 ore di sonno, se non lavoro sono sempre alla ricerca di novità da poter offrire ed informo costantemente i miei pazienti tramite i social. Oltre al master ed ai convegni ho partecipato a numerose masterclass internazionali in modo da poter apprendere sempre quella “chicca” in più da poter poi portare in Italia».

Qual è il consiglio che dà alle donne per sentirsi sempre a posto con se stesse e non temere il tempo?

«Il mio consiglio è di combinare sempre un bilanciamento perfetto tra bellezza interiore ed esteriore. Mantenersi giovani dentro coltivando interessi, passioni, lettura e viaggi e per per quanto riguarda il lato estetico esaltare la propria bellezza naturale senza grossi stravolgimenti». 

Quali errori non commettere in estate?

«Per quanto riguarda l’estate tutti i miei consigli ogni sabato mattina su Rai Due a Buongiorno Estate, il programma in cui potrete scoprire i suggerimenti di bellezza con e senza bisturi».

Ultimo aggiornamento: 17:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA