Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Atitech-Alenia, nasce il polo di Capodichino

Martedì 17 Marzo 2015 di Pino Neri
Atitech-Alenia, nasce il polo di Capodichino
Pomigliano. Polo delle manutenzioni aeronautiche a Napoli, c’è il piano: ore di lavoro triplicate e 270 assunzioni entro 5 anni grazie alle committenze delle compagnie italiane e straniere, oltre ad altre trecento assunzioni quanto il tutto sarà andato a regime. Va dunque spedito il piano di riassetto del comparto aeronautico di Finmeccanica.



Alenia e Atitech hanno presentato ai sindacati nazionali di categoria, nella sede romana di Finmeccanica, il piano industriale relativo all’acquisizione di Alenia Capodichino da parte della società partenopea guidata da Gianni Lettieri.



Oltre a Lettieri erano presenti al tavolo informativo Giuseppe Giordo e Guido Mulè, rispettivamente amministratore delegato e capo del personale di AleniaAermacchi, e Ciro Favicchia, direttore generale Atitech.



Il progetto, ormai giunto alla fase preoperativa, prevede un considerevole aumento delle ore lavorate, che passeranno da 400mila a un milione all’anno. Sotto il profilo occupazionale sarà dato il via al trasferimento in una “newco” di 180 lavoratori di Alenia Capodichino, che svolgeranno attività di manutenzione e trasformazione degli aerei A320, Boeing 767 e di tutte le tipologie di Atr.



Si tratta di 180 lavoratori (129 operai diretti e 51 impiegati) che resteranno con il contratto metalmeccanico. La newco sarà controllata al 75% da Atitech e al 25% da Alenia. Aumenterà inoltre al 25% la partecipazione di Finmeccanica negli assetti Atitech.









CONTINUA A LEGGERE SUL MATTINO DIGITAL
© RIPRODUZIONE RISERVATA