Auto in panne sul marciapede fuori casa, 62enne multata dai vigili di Portici: «Ma hanno ragione loro»

Sabato 14 Dicembre 2019 di Francesco De Sio
Quando si dice «oltre al danno la beffa». È la curiosa storia della signora Nuncia, 62enne napoletana residente a Portici, multata dalla polizia municipale dopo essersi fermata fuori al cancello della propria abitazione con l'auto in panne. Un imprevisto che l'aveva costretta, nel primo pomeriggio dello scorso 23 settembre, a parcheggiare alla «meno peggio» la sua Fiat sul marciapiede appena fuori casa per non essere d'intralcio al traffico di via Zumbini. Pochi minuti di assenza, giusto il tempo di rincasare per avvisare il meccanico di fiducia, che però costeranno ora caro alla conducente: per la precisione 79,55 euro (o 60,90 in forma ridotta), da riconoscere al Comune di Portici per aver sostato sul marciapiede in violazione dell'articolo 158, commi 1bis e 5.

Guida senza patente da 50 anni, multa da 5mila euro per una 77enne

La contravvenzione è stata recapitata solo in queste ore a casa della donna, la quale ha condiviso con amarezza l'accaduto sui social: «C'erano avvisi interni ed esterni all'abitacolo per segnalare la situazione - ha scritto -. È un paradosso, la mia macchina fuori al mio cancello, con il mio passo carrabile. Speriamo che lo stesso zelo venga adottato dai vigili in tutte le circostanze». La ragione, codice della strada alla mano, pende tuttavia interamente dalla parte dei caschi bianchi di via Campitelli: «In caso di avaria del veicolo l'automobilista è tenuto a rimanere accanto allo stesso», ha candidamente ammesso Nuncia in risposta a chi aveva invocato un ricorso al Giudice di Pace. Oltre al costo della batteria nuova, la 62enne si troverà dunque costretta a mettere nuovamente mano al portafoglio per far fronte alla sanzione. Lo sgradito «regalo» di Natale potrà comunque servire da ripasso delle norme stradali per l'intera comunità. © RIPRODUZIONE RISERVATA