Bacoli, i comunali rinunciano al salario
accessorio per fare opere in città

Giovedì 16 Settembre 2021
Bacoli, i comunali rinunciano al salario accessorio per fare opere in città

«Il senso di responsabilità che hanno dimostrato i lavoratori di Bacoli può essere un esempio per tutto il Paese». Luigi D'Emilio, segretario Cisl Fp Napoli area metropolitana, commenta così l'accordo «storico» che nelle scorse ore è stato portato a casa «grazie ad un'attenta concertazione tra amministrazione e sindacati». I lavoratori hanno rinunciato al loro salario accessorio per per finanziare opere pubbliche utili per il popolo e per il territorio.

«Conosco bene le difficoltà che oggi affrontano le famiglie ma sono fiero dei lavoratori che con questo gesto hanno messo in risalto la tessera Cisl, facendo prevalere quei valori che sono preziosi per l'intera comunità» continua D'Emilio. L'accordo viene raggiunto, anche con gli iscritti alla Cgil e Uil, in un comune in dissesto. «Il risparmio è stato stimato intorno ai 190 mila euro, di cui ben 90 mila euro saranno destinati a finanziare i servizi essenziali per la cittadinanza». Conclude il segretario Cisl Fp Luigi D'Emilio. 

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA