Bagni inagibili, lavori interminabili: studenti del liceo Umberto I di Napoli in protesta

di Elena Romanazzi

7
  • 87
Bagni inagibili da mesi, lavori interminabili. I ragazzi del prestigioso liceo classico Umberto hanno deciso questa mattina di non entrare a scuola in segno di protesta stufi di una situazione che si trascina da troppo tempo.
 
 

Piazzale pieno. Al preside Carlo Antonelli - difeso dagli studenti - hanno chiesto la possibilità di fare una assemblea straordinaria. Richiesta negata perché secondo quanto riferiscono i liceali, il dirigente li avrebbe accusati di aver otturato i servizi. I ragazzi si sono diretti alla Provincia per sollecitare i lavori, erano circa 400 e sono stati ricevuti a piazza Matteotti dal consigliere Marrazzo. 



Il Consigliere Delegato alla Scuola della Città Metropolitana di Napoli, Domenico Marrazzo, ha illustrato ai ragazzi lo status quo dei lavori. «Si tratta – ha spiegato Marrazzo – di lavori radicali che interessano l’intera colonna dei bagni dei maschi, per i quali la Città Metropolitana ha stanziato 100mila euro, che sono in corso da un mese e termineranno, come previsto, tra un mese, garantendo servizi igienici rinnovati e adeguati».

«Nel frattempo – ha proseguito il Consigliere Delegato – ai ragazzi è stata data la possibilità di utilizzare i bagni delle ragazze i quali, proprio per il previsto sovraccarico, sono monitorati costantemente. In 20 giorni, infatti, le squadre di tecnici della Città Metropolitana sono intervenute già 4 volte, e continueranno, come stanno facendo in queste ore, a monitorare la situazione per garantire costantemente la fruibilità dei servizi”. “Inoltre – ha annunciato il Consigliere Marrazzo - i tecnici stanno intervenendo anche per rimettere in esercizio tutti quei servizi disponibili che hanno presentato necessità di manutenzione, in maniera da garantire in tempi rapidissimi agli studenti la piena funzionalità di tutti i bagni non oggetto dei lavori principali».

«La Città Metropolitana, guidata dal Sindaco de Magistris – ha concluso Marrazzo - coglie con interesse l’attenzione che i ragazzi mostrano verso la scuola, è pronta ad ascoltarne e a recepirne le istanze, ed è felice quando gli studenti comprendono quanto stiamo facendo per garantire loro le condizioni migliori di vivibilità delle strutture. Gli studenti, infatti, hanno annunciato che domani saranno regolarmente in aula».



L’incontro alla Provincia con il consigliere Marrazzo - spiegano i rappresentanti d’istituto Lucrezia e Agostino - è stato molto positivo, verrà raddoppiata la squadra per il ripristino dei bagni e per la riapertura di quei servizi che sono chiusi da anni. La manifestazione improvvisata si è sciolta. Tutti a casa e domani di nuovo in classe.
Giovedì 4 Aprile 2019, 09:26 - Ultimo aggiornamento: 04-04-2019 13:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-04-04 15:14:10
sganciamo altri 100.000 euro per i loro bagni e questi invece di ringraziare si lamentano
2019-04-04 17:43:21
soldi per le scuole sono sempre soldi ben spesi.
2019-04-05 22:15:40
Che non si lamentino, però
2019-04-04 14:03:03
@markoff non capisco perché l'Umberto sarebbe verso la sua fine. Si informi meglio. Mi pare che la protesta dei ragazzi sia stata fruttuosa ed educativa allo stesso tempo
2019-04-04 17:41:33
ma è lo stesso liceo che lo scorso settembre una classe a rotazione faceva lezione in spiaggia per mancanza di aule?

QUICKMAP