Baia, una piazza in memoria di Rigatti,
medico amato dalla comunità

Sabato 4 Settembre 2021 di Patrizia Capuano
piazza intitolata al dottor Rigatti

Un piazza per Enzo Rigatti. In una cerimonia pubblica, aperta con la benedizione di padre Glicerio Anarquez Jr, è stata svelata una targa in sua memoria. La Commissione speciale per la Toponomastica del Comune di Bacoli, lo scorso aprile, ha deciso di omaggiare il dottor Rigatti con una intitolazione nella Piazza di Baia, De Gasperi. 

L’iniziativa è l’esito di una petizione popolare lanciata nel 2003, firmata da oltre 3mila persone tra cui Vincenzo Salemme, il celebre attore di origini bacolesi. «Ringrazio per la bella partecipazione – ha esordito il sindaco Josi Gerardo Della Ragione – è un momento indelebile per questa piazza, la città e la comunità. Scopriamo la targa in memoria del dottor Rigatti, alla presenza delle istituzioni e con tanti bambini. Un evento che coincide con il suo compleanno per ricordare un uomo che ha speso la sua vita al servizio della comunità, delle donne e delle famiglie più deboli – ha aggiunto -. Chiedo scusa, da sindaco, se sono trascorsi quasi 20 anni per tale riconoscimento. A lui dedichiamo la piazza di Baia, luogo tra i più belli al mondo tra il Tempio di Diana, le Terme Romane, il porto e la città sommersa».

Uno spazio simbolo del suo spessore umano, professionale e sportivo. A margine della piazza i gradoni già dedicati a Giulio Travaglio e poco lontano, sul molo, il largo intitolato a Enzo D’Angelo. Tre personalità custodite nella memoria della cittadinanza flegrea e non. Medico, ginecologo ed oncologo, il dottor Rigatti è stato un avanguardista nel mondo della chirurgia ginecologica. Direttore Responsabile del reparto di Oncologia Ginecologica dell'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, è tra i fondatori della clinica Sanatrix di Napoli. Un medico al servizio della comunità, delle donne e delle famiglie più indigenti. Di rilievo il suo contributo tra i giovani: da calciatore, capitano, e poi da dirigente e presidente, ha coinvolto molti ragazzi nell’ Associazione Sportiva Virtus Baia, la squadra di calcio del paese, grazie alla quale - con Tony Chiovato, a cui è intitolato il campo sportivo,  ed altri - ha condiviso i valori di condivisione, aggregazione e solidarietà. La cerimonia è stata introdotta e moderata dal presidente del consiglio comunale Mauro Cucco, che ne ha ricordato la professionalità e la generosità, «pronto ad aiutare sempre chi era in difficoltà – ha affermato -. Una figura di riferimento per tutta la comunità».

Ed è grazie al consigliere Gianluca Schiano se questa iniziativa è stata realizzata. Sua la proposta di rispolverare la petizione. L’idea, accolta dal sindaco Della Ragione, è stata condivisa all’unanimità dalla Commissione speciale per la Toponomastica. «Finalmente ho portato a termine un impegno morale assunto tempo fa», ha detto Gianluca Schiano. Il ricordo di un giovane Enzo Rigatti è affidato invece a Gennaro Illiano, medico: nel suo intervento il racconto di episodi di vita condivisa sin dagli studi universitari, comunicandone aspetti di profonda umanità. Con il calar del sole, nella piazza alle pendici del Tempio di Diana, il sindaco Della Ragione con i bambini presenti ha scoperto la targa in memoria del dottor Rigatti. Immancabile la foto ricordo con tutti i suoi familiari, commossi in prima fila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA