Bambino morto a Napoli, il padre: «Non so cosa sia successo, a​ cena con noi era felice»

Sabato 3 Ottobre 2020
Bambino morto a Napoli, il padre: «Non so cosa sia successo, a cena con noi era felice»

«Mi è stato chiesto: cos'è successo? Non lo so, fino alla cena con noi era felice. Posso dire che mio figlio era un puro come tutti i bambini. Da questa disgrazia ho imparato che esiste l'imponderabile, dobbiamo imparare ad accettarlo». Queste le parole pronunciate dal padre dell'11enne che si è tolto la vita a Napoli durante i funerali celebrati nella Basilica di Santa Chiara.

LEGGI ANCHE Dietro «l'uomo nero» gruppi che spingono i piccoli verso il baratro

«La vita non si misura con la durata - ha aggiunto - ma con l'intensità. Ha avuto una vita intensa e gioiosa. Gli anni sono un luogo comune, tanti bambini non hanno avuto gli 11 anni di felicità come li ha avuti mio figlio e da uomo di fede dico che allora va bene così».

 

 

Il padre ha ricordato che «c'è chi sta indagando» sul suicidio del figlio, la Procura di Napoli che ha aperto un'indagine per istigazione al suicidio: «Ha avuto un tatto enorme fin dalla prima sera quando sono venuti a casa». Il padre ha concluso dicendo: «Oggi è tempo di piangere e di cacciare fuori il dolore, ma da domani pensate tutti a lui sorridendo». 

 

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA