Banda del buco: catturati a Malaga padre e figlio sfuggiti al maxiblitz di Napoli

Sabato 25 Gennaio 2020

Sulla scorta delle informazioni fornite dalla Squadra Mobile di Napoli, la polizia spagnola ha tratto in arresto Antonio e Salvatore Cortese, di 50 e 28 anni, padre e figlio, destinatari di un mandato di arresto europeo emesso a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare del 24 giugno 2019 del gip presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura della Repubblica.
 

 

Ai due uomini vengono contestati i reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di reati contro il patrimonio, rapina aggravata, furto aggravato, porto e detenzione di armi comuni da sparo.
 

LEGGI ANCHE Sgominata la banda del buco a Napoli, 12 fermi: pronti ad altri assalti

Si tratta dei componenti della «banda del buco» che all’esito delle misure cautelari del 25 giugno scorso erano riusciti a sottrarsi ai provvedimenti restrittivi. I due sono stati arrestati a Malaga

Ultimo aggiornamento: 11:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA