Baretti, patto tra Comune e gestori:
ecco le dieci regole di convivenza

Giovedì 29 Dicembre 2016

«A partire da domani entrerà in vigore il “patto per la convivenza consapevole”, frutto del tavolo di confronto tra l’amministrazione comunale, le associazioni dei gestori dei locali della movida di Chiaia e i residenti. Il patto, che ha lo scopo di provare a mettere insieme le esigenze dei locali e dei residenti. contiene, innanzitutto, l’importante novità della regolamentazione degli orari di chiusura che è prevista per le ore 2 dalla domenica al mercoledì e per le 3 dal giovedì al sabato. I locali dovranno poi farsi carico dell’insonorizzazione, saranno vietate le offerte speciali di alcolici,  vietate le vendite da asporto dopo le 22.30, dovranno mantenere pulizia e ordine nell’area antistante i loro locali, garantire un presidio di pronto soccorso fino alle 2.30 e altre importanti prescrizioni. Ogni mese si riunirà il tavolo di monitoraggio, presso l’amministrazione comunale, per verificare ed, eventualmente, integrare l’applicazione delle misure previste dal Patto». Così il vicesindaco del Comune di Napoli Raffaele Del Giudice annuncia il nuovo patto per la convivenza consapevole tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nelle aree private, pubbliche e demaniali. 
 


Quindici i punti del patto: Finalità del Patto, Profili Generali, Orari e condizioni di esercizio, Prezzi e modalità di vendita delle bevande alcoliche, Pulizia, Musica e Rumori, Assistenza alla clientela e all'erogazione servizio, Ruolo della Pubblica Amministrazione, Forme di condivisione, Monitoraggio e forme di consultazione, Azioni di premialità, Sanzioni e disposizioni finali, Monitoraggio e forme di consultazione, Durata ed efficacia, Oneri finanziari. 

CLICCA QUI PER SCARICARE IL DOCUMENTO

Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre, 08:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA