Barra, aperto il cantiere in piazza Bisignano. Cittadini in rivolta: «Fermate i lavori»

Martedì 28 Luglio 2020 di Alessandro Bottone
Barra, aperto il cantiere in piazza Bisignano. Cittadini in rivolta: «Fermate i lavori»

Sono iniziati i lavori in piazza Bisignano a Barra, quartiere nella periferia orientale di Napoli. Gli interventi rientrano nel progetto «Una piazza per ogni quartiere» approvato a novembre 2019 dalla VI municipalità del Comune di Napoli che amministra i quartieri Barra, Ponticelli e San Giovanni a Teduccio. Da tempo cittadini e associazioni hanno manifestato la propria contrarietà alla realizzazione di un'area di sosta davanti Villa Roomer, storico palazzo, oggi villa vesuviana del Miglio d'Oro.



Con una nota indirizzata, in data odierna, al Sindaco, agli assessori competenti, al servizio tecnico della VI municipalità e al Soprintendente di Napoli, i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Marta Matano e Matteo Brambilla hanno chiesto «di sospendere, in autotutela, ogni attività che possa provocare danni allo stato attuale della piazza fino alla definizione e chiarimenti sugli interventi in corso di esecuzione». L'intervento, si legge nella nota dei pentastellati, «appare dequalificante, se non deturpante, dell'edificio storico». Per questo motivo hanno chiesto di ottenere gli atti dei lavori e, in particolare, i pareri di Ministero e Soprintendenza considerati i vincoli cui sono sottoposti l’antico edificio e il centro storico.

Il progetto. In piazza Bisignano è prevista la riconfigurazione del marciapiede nel tratto di corso Sirena proprio davanti la storica dimora così da creare un'area di sosta. Gli interventi - per 14mila euro ai quali si aggiungono oltre 5mila necessari allo spostamento di tre pali della pubblica illuminazione e alla rimozione di altri quattro di illuminazione ornamentale - rispondono all'intento dei progettisti di decongestionare il traffico su corso Sirena e lasciare lo spazio adeguato al passaggio dei pedoni. Il marciapiede sarà tagliato per una lunghezza di circa quarantacinque metri e per una profondità pari a circa tre metri. Con una fascia di lastre di travertino si delimiterà la nuova area di sosta separandola dal percorso pedonale «che allo stato attuale risulta sempre occupato da veicoli in sosta abusiva» si legge nel progetto.


A non essere d'accordo sul progetto sono anche i cittadini. Nelle settimane scorse l'associazione CAB, Cittadinanza Attiva per la Barra, ha scritto alla fondazione Ente Ville Vesuviane e ad altri organi competenti in materia chiedendo di intervenire per tutelare la dimora d’interesse storico quale Villa Roomer, o Palazzo Bisignano, oggi proprietà del Comune di Napoli. Rino Amato, presidente dell'associazione, specifica di aver ottenuto risposta dagli assessori comunali Clemente e Borriello i quali hanno invitato la municipalità di Napoli Est a interloquire con i cittadini. I dubbi dell'associazione di Barra sugli interventi riguardano, in particolare, il fatto che il percorso riservato ai pedoni sarà posizionato tra la carreggiata e l'area di sosta in costruzione. Dubbi anche sulla "futura" illuminazione del tratto stradale considerata la rimozione di alcuni punti luce. Rino Amato insiste sulla necessità di una variante ai lavori che, così come ipotizzati, non risolverebbero il problema della sosta selvaggia. Rispetto alle note inviate alla VI municipalità sottolinea di non aver avuto alcun riscontro. A scrivere alla municipalità era stato anche Angelo Renzi, storico del quartiere, per conto di tre realtà associative di Barra. A distanza di sei mesi dalla nota Renzi evidenzia di non aver ottenuto risposta in merito alle perplessità e alle proposte avanzate.

Al momento in piazza Bisignano a Barra sono stati rimossi i punti luce e già si lavora sul "taglio" del marciapiede così come alla predisposizione dei “pozzetti” nei quali saranno posizionati i pali dell’illuminazione. I lavori riguardano anche altre due zone di Napoli Est: piazza Michele De Iorio a Ponticelli e via Bernardino Martirano a San Giovanni a Teduccio. Questi, con un trattativa diretta sul mercato elettronico della pubblica amministrazione, sono stati affidati per 44mila euro a una ditta con sede ad Avellino.

Il presidente della VI municipalità Salvatore Boggia sottolinea di aver ascoltato i cittadini che sono anche intervenuti nel corso di una commissione municipale. Evidenziando l'esiguità della cifra a disposizione per i lavori, afferma che l'intervento in piazza Bisignano migliorerà la viabilità della zona, spesso ostacolata per i numerosi veicoli in sosta vietata. Sul punto specifica che è intenzione della municipalità installare diversi dissuasori ai piedi di Villa Roomer così da evitare la sosta delle automobili. Il "taglio" del marciapiede non toglie spazio alla piazza, spiega Boggia, la cui ampiezza ha permesso di intervenire in tal senso. Sul merito dei lavori il presidente della municipalità di Napoli Est incontrerà l'assessore comunale Alessandra Clemente. Specifica che i lavori proseguiranno senza la necessità di alcuna variante e tiene a dire di aver lavorato per migliorare la vivibilità di tre zone di Napoli Est. Parla di strumentalizzazioni da parte di alcuni cittadini visti i tempi sospetti, ovvero la vicinanza del momento elettorale. Su eventuali pareri alla Soprintendenza il presidente specifica che è il servizio tecnico municipale ad occuparsi del progetto e di eventuali richieste agli organi competenti.
 

Ultimo aggiornamento: 21:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA