Ascensore fermo, il bimbo disabile non può raggiungere l'aula e tutta la classe si trasferisce in teatro (ma il problema va risolto)

Mercoledì 15 Settembre 2021 di Maria Pirro
Ascensore fermo, il bimbo disabile non può raggiungere l'aula e tutta la classe si trasferisce in teatro (ma il problema va risolto)

Primo giorno di scuola: gli studenti fanno lezione in teatro, si trasferiscono nel salone al pianterreno per non escludere il compagno di classe disabile. Un ragazzino in carrozzina, paralizzato dalla nascita. «Samuele non può raggiungere le aule ai piani superiori perché l'ascensore è fermo oramai da quasi un anno», dice Manuela Udito, la sua mamma, spiegando che il dramma va in scena alla "Palasciano" di Pianura, alla periferia di Napoli, nonostante l'impegno del dirigente scolastico e una lettera di sollecito firmata dall'assessore comunale all'istruzione. 

Il 3 gennaio, il 13 agosto e ancora il 13 settembre: la preside del 72esimo circolo, Maria Luisa Salvia, ha scritto agli enti competenti sia nei mesi scorsi sia in vista della ripresa delle attività didattiche, per non «compromettere il diritto allo studio e il diritto all'inclusione dell'alunno» che già nei prossimi giorni rischia di essere «costretto a restare a casa, privato di ogni forma di socialità con sicure e gravi conseguenze psicologiche». E Annamaria Palmieri, nella giunta DeMa, oggi ha sollecitato i servizi tecnici della IX e della X Municipalità perché trovino una soluzione, unendo le forze. «Credo si renda indispensabile un intervento eccezionale», la sua riflessione.

Peraltro, il problema non è così complesso: lo studente è infatti iscritto in seconda media nel plesso di via Padula. «Dove l'elevatore funzionerebbe pure, ma resta off-limits perché non si provvede alla manutenzione. Da dicembre 2020», afferma la mamma, che è pronta a presentare denuncia ai carabinieri.

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 21 Settembre, 15:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA