Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Benzina e caro prezzi, primi controlli a Napoli: segnalate 30 irregolarità, sequestrato gasolio di contrabbando

Mercoledì 23 Marzo 2022
Benzina e caro prezzi, primi controlli a Napoli: segnalate 30 irregolarità, sequestrato gasolio di contrabbando

Sono già 30 le irregolarità riscontrate dalla guardia di finanza nell'ambito delle indagini sul «caro prezzi» dei carburanti coordinate dalla Procura di Napoli. Nell'ambito dei controlli amministrativi a massa svolti venerdì scorso, il comando provinciale della guardia di finanza di Napoli ha eseguito 93 controlli.

I servizi sono stati condotti su strada, attraverso il controllo di 51 automezzi per il trasporto di prodotti petroliferi e di 42 distributori stradali, anche per verificare il possesso delle autorizzazioni per la distribuzione di carburanti per autotrazione, dei documenti di trasporto, la corretta pubblicità dei prezzi, la loro esposizione al pubblico nonché l'avvenuta comunicazione periodica dei prezzi al Ministero dello Sviluppo economico. Il piano d'intervento ha finora consentito di riscontrare 30 casi di irregolare pubblicizzazione dei prezzi praticati e l'omessa comunicazione di aggiornamento prezzi al Ministero dello Sviluppo economico. Le sanzioni amministrative vanno da 516 a oltre 3mila euro per singolo gestore.

Video

Inoltre a Qualiano le fiamme gialle del gruppo di Giugliano, partendo da un controllo su strada, hanno sequestrato un intero complesso aziendale, composto da un terreno di 300 mq adibito a deposito, che imbottigliava e vendeva bombole gpl diverse da quelle per le quali era autorizzato. Sono stati denunciati tre responsabili, residenti tra Giugliano, Marano e Mugnano, per illecito imbottigliamento di gpl, rimozione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro, frode in commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci, appropriazione indebita. Il Gruppo di Nola ha sequestrato a Marigliano, all'interno di un'area, una cisterna, tra l'altro priva di certificazione antincendio, contenente 1.300 litri di gasolio di contrabbando. Le indagini delegate dalla Procura della Repubblica di Napoli terranno conto degli elementi informativi acquisiti nei controlli a massa della guardia di finanza partenopea.

Ultimo aggiornamento: 16:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA