Bomba al bar nel Napoletano,
torna l'ombra del racket

Domenica 14 Aprile 2019 di Mariano Fellico
Giugliano. Bomba al bar Pausa caffè via San Francesco d'assisi, distrutta la serranda. È quanto successo intorno all'una quando il boato ha gettato nel panico l'intera zona. Un ordigno rudimentale è stato posizionato all'esterno del bar e la deflagrazione ha distrutto la serranda e le vetrate. Sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Giugliano che hanno avviato le indagini. Ipotesi è quella del racket.

"Ora basta". I commercianti di Giugliano chiedono l'intervento delle forze dell'ordine contro l'escalation criminale in città dopo la befana fatta esplodere al bar 'Pausa caffè' di via San Francesco d'Assisi che distrutto la serranda. "Siamo pronti a scendere in strada per chiedere l'aiuto delle forze dell'ordine e delle istituzioni - commenta Rosario Porcaro, presidente della Confesercenti di Giugliano -, ora basta, tra spaccate e bombe Giugliano è diventata una città pericolosa". “Quanto avvenuto ieri sera, al bar è un segnale preoccupante. Era dagli anni ‘80 che le attività commerciali non venivano prese così di mira - afferma il sindaco di Giugliano Antonio Poziello' -. Mi auguro che, al più presto, le forze dell’ordine e la magistratura riescano a fare chiarezza sulla bomba e su qualche spaccata sospetta. È necessario alzare il livello del contrasto alla camorra ed alla criminalità in questa città che ha bisogno di sicurezza e serenità”. Ultimo aggiornamento: 22:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA