Bomba a Sorbillo, svolta nelle indagini: coinvolti due gruppi legati ai Mazzarella

di Giuseppe Crimaldi

  • 52
Dai Decumani alla Sanità. Dal Rione Traiano ai Quartieri Spagnoli, passando per Forcella, San Giovanni a Teduccio e l'Arenaccia. Si allarga a macchia d'olio il cerchio nero che delimita le zone di guerra criminale a Napoli. Nella forsennata escalation di violenza napoletana restano ancora tutti da chiarire i contorni dell'attentato dinamitardo commesso il 16 gennaio ai danni della Pizzeria Sorbillo (per non parlare dei colpi di pistola, precedenti solo di qualche giorno, contro un altro locale, quello di Mario Granieri, nella zona di Forcella).
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 5 Febbraio 2019, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 05-02-2019 10:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP