A novembre la Borsa mediterranea del turismo archeologico: presentato il programma

Lunedì 3 Agosto 2020
Si svolgerà a Paestum dal 19 al 22 novembre 2020 la XXIII edizione della Borsa mediterranea del turismo archeologico. Lo annunciano gli organizzatori, sottolineando che le prime conferme dei buyer al workshop promosso in collaborazione con l'Enit vengono dalla Gran Bretagna, «segno che la domanda europea vuole da subito fortemente l'Italia». Il programma della XXIII edizione, si legge in una nota, «vede protagonista il turismo culturale all'insegna dell'esperienza unica e autentica e poiché la BMTA tratta il segmento archeologico del turismo culturale l'aspetto esperienziale è già di per sé alla base dell'offerta. Oggi più che mai, inoltre, qualsiasi offerta deve avere i caratteri della sostenibilità che, come si evince dal ricco programma, è l'altro tema importante di questa edizione. Dunque, un nuovo modo di proporre e vivere il turismo, oltre all'aumento degli standard di qualità, al rinnovamento e adeguamento delle strutture.Nel 2020 e 2021 dobbiamo ribaltare i dati del nostro incoming, contrassegnati dal 50% di stranieri e dal 50% di italiani: allora, più Italia in Italia e più Europa in Italia». Tra i temi in programma, la proposta al Consiglio d'Europa per la certificazione di un «Itinerario Culturale Europeo dei siti archeologici subacquei». A confronto anche i modelli di gestione del patrimonio ar cheologico, a seguito della riforma Franceschini dei beni culturali, al fine di una migliore valorizzazione. © RIPRODUZIONE RISERVATA