Nola: botte e minacce per diecimila euro, presi due emissari del racket

di Antonio Russo

  • 4
Diecimila euro in contanti: è quello che pretendevano tre estorsori da un imprenditore di Nola, senza esitare a ricorrere alle minacce, sia al telefono che di persona, ed anche ad un'aggressione fisica. Due componenti della banda sono stati arrestati dalla guardia di Finanza ed un terzo è stato sottoposto agli obblighi di firma. Poco prima del Natale scorso l'inizio della vicenda, quando i tre si sono presentati presso uno degli esercizi commerciali di un esercente della zona, chiedendo il pagamento di una tangente. Il rifiuto della vittima è stato immediato, ma i tre non si sono certo dai per vinti, ed hanno invece insistito nelle loro richieste.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 14 Febbraio 2019, 09:54 - Ultimo aggiornamento: 14-02-2019 10:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP