Bufala Fest: omaggio alla filiera casearia campana sul Lungomare di Napoli

Lunedì 4 Settembre 2017 di Antonella Ambrosio
Bufala fest
La querelle tra Campania e Puglia che negli ultimi giorni ha tenuto banco, dopo la richiesta di riconoscimento della denominazione di origine protetta per la mozzarella di Gioia del Colle, sarà un motivo in più per dimostrare quanto sia importante tutelare e promuovere i prodotti del territorio. In sintesi il pensiero di Antonio Rea organizzatore del Bufala Fest, che dal 15 al 19 settembre ritorna sul Lungomare di Napoli. Prodotti caseari del territorio in mostra, il meglio che la filiera bufalina regala alle tavole dei ghiottoni di tutto il mondo. 60 stand, di cui 42 dedicati al food: latte, mozzarella, carne di bufalo,  gelati, dolci, le ultime novità in campo di alta cosmesi.

Insomma un vero e proprio omaggio con l'intento di valorizzare e difendere la mozzarella di bufala DOP della Campania.  Tra i workshop in calendario, ci sono quelli curati dall'ONAF-Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggio per migliorare la conoscenza della mozzarella di bufala  campana dop e per scoprire tutti i prodotti caseari derivati dal latte di bufala.

"La nostra - ha precisato Rea - non è una posizione polemica: sosteniamo però la necessità di difendere ciò che è da sempre nostro patrimonio gastronomico e  culturale. Da anni ci battiamo per questo e il Bufala Fest 2017 ancora una volta metterà in mostra il meglio delle realtà casearie campane ma anche i prodotti di alta qualità della filiera bufalina". E allora che festa di bufala sia.  © RIPRODUZIONE RISERVATA