Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Uccide la moglie e fugge col figlio,
cantante rumeno verso l'estradizione

Mercoledì 10 Agosto 2022
Uccide la moglie e fugge col figlio, cantante rumeno verso l'estradizione

Si è tenuta questa mattina davanti alla Corte di Appello di Napoli l'udienza di convalida del fermo del cittadino rumeno di 30 anni Alexandru Robert Constantin, accusato di aver ucciso la moglie il due marzo scorso a Iasi, in Romania. L'uomo, che dopo il delitto è fuggito con il figlio in Italia, si è costituito ieri mattina alla Compagnia dei carabinieri di Casal di Principe dopo aver saputo di essere attivamente ricercato sulla base di un mandato di arresto europeo.

Nel corso dell'udienza, Costantin ha espresso la disponibilità ad essere estradato in Romania allo scopo di potersi difendere nel paese di origine. La Corte d'Appello ha convalidato il fermo e venerdì deciderà sull'estradizione.

Video

In patria Costantin non aveva un lavoro, si esibiva come cantante e aveva precedenti per furto, mentre il figlio di nove anni è una giovane promessa del calcio. Il bimbo, anche in Italia, ha continuato a giocare in una squadra locale. Il piccolo, affidato ora ad una casa famiglia, non conosce ancora la sorte toccata alla madre; il papà gli aveva detto infatti che la mamma stava male ed era ricoverata in ospedale in Romania. Saranno i parenti che stanno arrivando dalla Romania a prendersi probabilmente cura del bambino e a rivelargli della morte delle madre, di cui è accusato il papà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA