Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Capo Miseno, tre ordigni bellici ritrovati a 12 metri di profondità: area interdetta dalla capitaneria

Domenica 26 Giugno 2022 di Pasquale Guardascione
Capo Miseno, tre ordigni bellici ritrovati a 12 metri di profondità: area interdetta dalla capitaneria

BACOLI. La Guardia Costiera di Pozzuoli, per il rinvenimento da parte di un subacqueo di ben tre ordigni bellici che sono stati trovati adagiati ad una profondità di circa dodici metri nella zona di Capo Miseno, ha interdetto un tratto di costa per un raggio di oltre duecento metri al transito, alla sosta, all'ormeggio, alla pesca oltre che all'immersione subacquea e alla balneazione.

E' stato anche allertato il nucleo Sdai degli artificieri della Marina Militare che nei prossimi giorni effettueranno il brillamento dei residuali bellici. Inoltre, gli uomini della capitaneria di porto hanno emesso anche un'ordinanza con le norme di comportamento nel caso vengano ritrovati altri ordigni in futuro in mare o lungo gli arenili. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA