Capri, gabbiani contro piccioni:
l'orrore va in scena in piazzetta

Domenica 12 Maggio 2019 di Anna Maria Boniello
Nella piazzetta di Capri si è scatenata la guerra tra gabbiani e piccioni, e nelle strade adiacenti dello shopping di lusso i clienti della boutique, soprattutto stranieri, assistono inorriditi a queste lotte tra volatili. Ma ora a doversi difendere dai raid dei gabbiani sono anche i frequentatori dei bar della Piazzetta: patatine e noccioline che fanno da accompagnamento ai cocktail diventano, infatti, richiamo per gli uccelli che si contendono i resti degli snack. Ieri il presidente dell'Ascom di Capri Luciano Bersani ha inviato una lettera ufficiale al sindaco ed all'Asl Na 1 competente in materia. «La presenza ormai dannosa - scrive Luciano Bersani - crea anche molti problemi igienici, dei quali sono portatori questi volatili, per non parlare poi dei danni che arrecano sia alle attività commerciali della zona sia all'immagine stessa della Piazzetta. Il loro continuo scorrazzare tra i turisti, l'avventarsi tra i tavolini dei bar per cibarsi di stuzzichini, l'azzuffarsi tra i passanti per accaparrarsi una nocciolina, sono spettacoli indecorosi. Ieri mattina siamo arrivati sino al cruento scontro, un episodio che ha fatto inorridire i turisti e passanti che hanno assistito ad un vero e proprio banchetto da parte di un gabbiano che aveva ammazzato un piccione e consumato il suo pasto in pieno centro, sotto gli occhi di tutti». I commercianti hanno anche istallato sistemi elettronici per allontanare gli uccelli. Ma resta anche l'allarme per « gli escrementi, che provocano una serie di notevoli danni igienico sanitari». Così a Comune e Asl, gli operatori turistici chiedono di affrontare definitivamente il problema, adottando anche tutti i provvedimenti utili a tutela del benessere pubblico e delle loro attività ed alla salvaguardia del patrimonio ambientale ed architettonico. © RIPRODUZIONE RISERVATA