Napoli, carambola con l'auto
su spartitraffico: muore un 37enne

di Melina Chiapparino

3
  • 215
È morto sul colpo uno dei passeggeri dell'auto che ieri si è ribaltata a Ponticelli. L'incidente mortale è avvenuto poco prima di mezzanotte su via Mario Palermo e non ha coinvolto altri veicoli. Una Fiat Punto a bordo della quale viaggiavano tre persone, incluso il 51enne napoletano alla guida, si è letteralmente capovolta, ribaltandosi sullo spartitraffico e invadendo la carreggiata opposta.

Nella carambola sono rimasti feriti sia il guidatore che la 27enne napoletana che si trovava di fianco a lui mentre il passeggero sui sedili posteriori, un giovane di 37 anni, è stato sbalzato fuori dal finestrino e si è schiantato al suolo. Nonostante i soccorsi del 118, non c'è stato nulla da fare per il 37enne morto sul colpo e trasferito per l'esame autoptico al Policlinico II di Napoli.

Le condizioni dei due feriti non sono a rischio di vita, il 51enne che è risultato sprovvisto di patente, è ricoverato all'Ospedale del Mare e la donna è ricoverata al Cardarelli. La causa del ribaltamento del veicolo è stata molto probabilmente la velocità e la conseguente perdita di controllo del mezzo ma sono ancora in corso gli accertamenti della sezione Infortunistica della Polizia Municipale che ha effettuato i rilievi sul posto.

«Il dato certo è la mancanza delle cinture di sicurezza allacciate sia per i passeggeri che per il conducente - ha spiegato Antonio Muriano comandante dell'Infortunistica - assicurarsi con la cintura soprattutto per chi siede nell'abitacolo posteriore, può salvare la vita e il nostro appello è di seguire sempre questa regola». 
Giovedì 19 Settembre 2019, 11:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-09-19 21:55:08
I più intelligenti sono quelli che mettono il casco senza allacciarlo; fanno finta di essere legali ma sono soltanto stupidi. Quando manca la cultura messaggi e multe non servono e questo è un popolo senza cultura della legalità e del senso civico.
2019-09-19 20:21:46
x Castello a napoli per far funzionare la legalità ci vorrebbero il triplo delle forze dell'ordine, rispetto alla popolazione per il semplice motivo che è questione di mentalità dei napoletani ( non tutti) quindi la multa non servirebbero a niente anche perchè non le pagano ,l 'unico modo e il Vesuvio che potrà far cambiare la mentalità ai restanti e pochi rimasti.
2019-09-19 12:26:36
Ma per che a Napoli gli appelli e i consigli si immagina che vengano ascoltati? Basterebbe che i vigili vigilassero... Se si mettono le mani in tasca vedi come ascoltano quelli che non sono consigli, ma leggi

QUICKMAP