Cardarelli, ecco la panchina rossa
contro la violenza di genere

«È importante non distogliere mai l’attenzione da questo fenomeno che coinvolge tante, troppe donne nel nostro Paese e nella nostra Regione. La panchina rossa, insieme al Centro Dafne e all’ospedale Cardarelli, testimoniano l’impegno congiunto a sostenere le donne psicologicamente, legalmente ed economicamente». Lo ha detto Chiara Marciani, assessore alle Pari Opportunità della Regione Campania, alla cerimonia di installazione di una panchina rossa contro la violenza di genere e il femminicidio questa mattina al Cardarelli.

Il Cardarelli, che ha scelto di essere al fianco delle donne vittime di violenza con il Percorso Rosa e il Centro Dafne, ha installato la sua panchina rossa: simbolo di civiltà e invito alla riflessione. «Quando decidemmo di partire con il Centro Dafne e con il Percorso Rosa - spiega il direttore generale Ciro Verdoliva - sapevamo che ci aspettava un percorso molto duro, ma era per noi un obbligo di coscienza. Questi numeri ci hanno dato ragione, anche se è molto penoso dover constatare quanto ancora la violenza di genere sia presente nella nostra società. Per questo abbiamo voluto erigere un piccolo ma importante simbolo di civiltà. La panchina rossa dice a tutti che il Cardarelli c’è ed è pronto a fare la propria battaglia al fianco delle donne. Noi ci siamo, ed anzi implementeremo sempre più la nostra azione di sostegno e assistenza». «La panchina rossa - ha aggiunto il direttore amministrativo Anna Iervolino - è un luogo dove sedersi a riflettere e dove prendere la forza per imparare o insegnare la potenza del rispetto; un simbolo carico di significato che non ci farà dimenticare le vittime di quella che oggi è a tutti gli effetti una strage e che ci rende responsabili della necessità di un pieno cambiamento culturale».
 
Venerdì 13 Luglio 2018, 17:08 - Ultimo aggiornamento: 13-07-2018 17:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP