Sciopero nei trasporti marittimi: fermi oggi i collegamenti Caremar nel golfo di Napoli

Saltate le prime corse della compagnia di navigazione Caremar da e verso le isole del Golfo di Napoli (Capri, Ischia e Procida), stamattina, per lo sciopero proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Orsa. La protesta non ha causato danni rilevanti al trasporto delle merci e ai pendolari che si dovevano recare a Napoli e nelle isole: le successive partenze, infatti, sono avvenute con regolarità. Salteranno, secondo quanto si apprende da fonti sindacali, le ultime corse della giornata. Lo sciopero è stato indetto dalle organizzazioni sindacali per protestare «contro i licenziamenti e per ribadire il rispetto del contratto nazionale di lavoro».



Da Napoli a Capri unica corsa della Caremar ad assicurare i collegamenti è stato il traghetto veloce delle 5.35 che ha consentito l'approvvigionamento delle merci e dei generi alimentari, mentre da Sorrento la partenza garantita è stata quella delle 7.45. Nessun disagio per lavoratori e studenti pendolari che per gli spostamenti stanno utilizzando i mezzi veloci delle altre compagnie i cui dipendenti non aderiscono allo sciopero. Alle 12 il comandante della Capitaneria di Porto di Napoli ha fissato un incontro con una rappresentanza sindacale dei dipendenti Caremar che da questa mattina sono fermi sul porto di Calata di Massa a Napoli.
Sabato 21 Novembre 2015, 13:27 - Ultimo aggiornamento: 16 Novembre, 11:46



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP