Carne «fuorilegge» per Pasqua, sequestrati 277 chili a Napoli

di Melina Chiapparino

Stretta dei controlli nella settimana di Pasqua per la vendita di prodotti agroalimentari. È l’operazione dei carabinieri del gruppo Forestale di Napoli che hanno ispezionato macellerie e supermercati per scongiurare la messa in commercio di alimenti di origine sconosciuta o falsificata.

In particolare i controlli si sono concentrati sulla tipologia di cibi maggiormente consumati nel periodo pasquale come carne ovi-caprine e uova. I militari hanno sequestrato 277 Kg. di carne per inosservanza dell’obbligo di garantire la rintracciabilità degli alimenti e per frode nell’esercizio del commercio, multa do i venditori per 8.000 euro.

Per la giornata di lunedì dell’Angelo, a Pasquetta, i Carabinieri intensificheranno i servizi di vigilanza nelle aree naturalistiche della città Metropolitana maggiormente interessate da afflussi turistici e pic-nic. L'obiettivo dell'operazione dei Forestali sarà prevenire illeciti ambientali e deturpazione di beni naturalistici e ambientali nonchè scongiurare incendi boschivi scaturiti da accensione di fuochi improvvisati in aree boscate e parchi.
 
Sabato 20 Aprile 2019, 11:52 - Ultimo aggiornamento: 21 Aprile, 08:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP