Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Casa Mehari, s'inaugura la villa
confiscata ai clan a Quarto

Giovedì 19 Maggio 2022
Casa Mehari, s'inaugura la villa confiscata ai clan a Quarto

Tutto è pronto per l'inaugurazione di Casa Mehari, la casa della legalità e delle associazioni. La cerimonia è fissata per venerdì 20 maggio 2022 alle 11,00 in Nicotera 8 a Quarto, dove è stata confiscata alla camorra una villa, con  giardino e piscina, poi assegnata al comune. Intervengono Antonio Sabino, sindaco di Quarto e consigliere metropolitano con delega al Patrimonio e ai Beni comuni; Raffaella De Vivo, assessore del Comune di Quarto ai beni confiscati; Giuseppe Visone, pubblico ministero della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli; Daniela Lombardi in rappresentanza dell’Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata; Maria Trapanese, presidente dell’associazione temporanea di scopo. aggiudicatrice del bando. 

Il Comune di Quarto ha voluto dedicare la struttura alla memoria di Giancarlo Siani, giornalista del  “Il Mattino”: Mehari è il nome del modello della sua mitica Citroën, il giovane si trovava a bordo dell'auto quando venne ucciso dalla camorra, la sera del 23 settembre del 1985.


Il bando pubblico di assegnazione del bene confiscato è stato aggiudicato dall’Associazione temporanea di scopo chiamata “ControVento - Contro la criminalità, verso la Legalità (Associazionismo, Solidarietà, Cultura, Ambiente, Formazione)”. L’A.t.s. - a cui il bene è stato affidato per la durata di dieci anni - è composta da: “La Bottega dei Semplici Pensieri” (organizzazione di volontariato, capofila dell’A.t.s.), “La Quercia Rossa” (cooperativa sociale), “ARTeMIDE” (associazione culturale) e “Dialogos” (associazione di promozione sociale). A sostenere la proposta progettuale vincitrice 29 soggetti tra ordini professionali, scuole, fondazioni, parrocchie, cooperative e associazioni, come dettagliato nella scheda progettuale allegata al presente invito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA