Caso Di Maio, al via le notifiche
di demolizione dei manufatti abusivi

ARTICOLI CORRELATI
6
  • 235
Saranno notificati nelle prossime ore ad Antonio Di Maio e a sua sorella gli atti dell'avvio del procedimento per l'abbattimento dei manufatti abusivi e per la rimozione dei rifiuti presenti sul terreno a Mariglianella di comproprietà del papà e della zia del vicepremier Luigi. Stamattina, gli atti sono stati consegnati all'ufficio protocollo del Comune di Pomigliano d'Arco, dove risiede Antonio Di Maio, e inviati per raccomandata anche al Comune di Loano (Reggio Emilia), dove vive la sorella dell'uomo.

Un atto dovuto, quello dell'avvio del procedimento, dopo che i vigili urbani di Mariglianella, nei giorni scorsi, hanno effettuato i controlli sulla proprietà dei Di Maio in via Umberto I, riscontrando quattro manufatti che dai primi accertamenti risultano essere abusivi, e la presenza di rifiuti inerti, per lo più scarti edili, su tre piazzole dello stesso terreno. Gli agenti della polizia municipale hanno fatto quindi scattare i sigilli per i presunti abusi e per la presenza dei rifiuti, inviando gli atti alla Procura di Nola. In seguito a tutto ciò l'avvio del procedimento da parte degli uffici comunali, che potrebbe portare all'ordinanza di abbattimento e di ripristino dei luoghi.(ANSA).
Martedì 4 Dicembre 2018, 14:39 - Ultimo aggiornamento: 04-12-2018 16:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-12-05 13:07:48
Mi meraviglia il fatto che a tempo di record è stato notificato l'ordine di abbattimento. Non credo sia stato fatto per le centinaia di altre case abusive della zona.
2018-12-06 15:37:01
E ti meravigli inutilmente, perchè non è un ordine....ma l'avvio di un procedimento. Un atto dovuto! L'abbattimento? Campa cavà!
2018-12-05 12:14:20
E il sindaco di Mariglianella " noi i cittadini chiunque esso sia li trattiamo tutti allo stesso modo" lui poi .Siamo sotto regime di una parte di stato che si ostina a domostrare di essere il più forte a discapito dei tanti deboli che soccombono.Mettere sotto la lente di ingrandimento quel territorio significherebbe esporre "nervi scoperti"e nonostante la massiccia attenzione mediatica quel sindaco si è permesso il lusso di affermare "" noi i cittadini chiunque esso sia li trattiamo tutti allo stesso modo" ..La provincia tutta è terra dei fuochi,terra di abusi ,terra di scandali alla luce del sole,e "nonostante tutto "non succede nulla.Ah già hanno sequestrato una carriola 4 pietre e una bagnarola, e in tutto questo ministeri e procure l'unica cosa che possono fare e scompisciarsi dalle risate,vedi mai dovessero toccare quei nervi scoperti.
2018-12-04 16:31:28
Mi auguro che quando arriveranno con le ruspe ci siano anche Salvini e Conte ripresi dalle TV e che twittano filmati a tutto spiano.
2018-12-04 15:57:32
Continuo a guardare le foto dei giornali, c'è la foto di una catapecchia, ho visto una pila di mattoni, una specie di telo verde, dei rottami, una piscina smontabile o gonfiabile, ho visto di tutto, ma questa fantomatica villa con la piscina non l'ho vista. Mah...Se si devono rimuovere dei secchi con i calcinacci, curare un po' l'erba e abbattere qualche pollaio, si faccia pure se lo dice la legge, però poi basta, questa storia inizia ad annoiare. Anche perchè ho letto stamattina che questa storia ha un effetto, ma di far salire il M5S nei sondaggi.

QUICKMAP