Casoria, premio del sindaco al team del kick boxing, il maestro Russo: «Lo dedico a Gianluca Coppola e a suo padre Roberto»

Giovedì 30 Dicembre 2021 di Elena Petruccelli
Casoria, premio del sindaco al team del kick boxing, il maestro Russo: «Lo dedico a Gianluca Coppola e a suo padre Roberto»

Casoria – Un riconoscimento cittadino per il maestro di arti marziali Pietro Russo. Il Sindaco Raffaele bene consegna la targa: ‘ Con grande gioia ho avuto il piacere di premiare, insieme al consigliere Enzo Rossetta, i giovani campioni della Kick Boxing Team Russo del maestro Pietro Russo. Un team giovane e straordinario che si sta distinguendo sempre più in tutta la Campania per gli ottimi risultati che sta raggiungendo e che fa onore alla nostra città’ . Gli allievi del maestro Russo, vanno dai 7 in su, non mancano i giovani e anche adulti che vogliono imparare le tecniche di autodifesa.

Al campionato Sud Italia ha conquistato 6 primi posti e due medaglie d’argento. Mentre alla competizione Imperator Supréme Fighting 5 medaglie d’oro e 1 argento. Lo sport come modo sano di trascorrere insieme i pomeriggi e allo stesso tempo per trasmettere valori importanti come il rispetto dell’avversario e la disciplina, commenta Russo: «I miei ragazzi sanno che quando salgono sul tatami devono mettersi in fila per ordine di cintura, salutare il maestro e l’avversario. Sono valori che resteranno anche fuori la palestra’. Pietro Russo 38 anni, si è avvicinato al kick boxing da quando aveva sei anni, e oggi trasmette la stessa passione al figlio Jacopo di dieci anni. Pietro svolge il lavoro di farmacista presso l’ospedale San Giovanni Bosco, ma appena finisce il turno di lavoro, si reca in palestra per allenare il suo team: ‘Le mie lezioni vanno ben oltre il tempo stabilito. Cerco di tenere i ragazzi quanto più possibile in palestra, perché vedo che questo sport li appassiona e per evitare che trascorrano i pomeriggi in strada».

Il kick boxing come deterrente alla solitudine e un fondamentale momento di aggregazione, il maestro dedica questo riconoscimento a chi invece è rimasto vittima della rabbia: «Ci tengo a dedicare questo premio a Gianluca Coppola e al suo papà Roberto, gli sono vicino in questi giorni di festa che sono difficili per chi ha perso un familiare. Vorrei davvero ringraziare il sindaco e il consigliere Rossetta, è stato un vero onore ricevere il prestigioso premio, sono fiero insieme ai miei ragazzi di rappresentare nello sport la nostra città in giro per la Campania e l’Italia». Prossimo obiettivo della palestra Russo è quella di realizzare un corso di autodifesa per le donne vittime di violenza. Con il nuovo anno ci saranno tante iniziative per avvicinare i giovani al mondo delle arti marziali.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA