Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati»

di Dario Sautto

8
  • 1269
CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
Sabato 8 Dicembre 2018, 14:49 - Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre, 08:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



Array ( [0] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => [risposta] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682372 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 848606 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => E lo stato dov'è? Prima abbandoniamo certi posti e poi ci indignano. Troppo facile.... Troppo facile [data_creazione] => 2018-12-08 14:51:53 [data_modifica] => 2018-12-08 15:00:48 [nome_utente] => pacoze [email_utente] => paolo.cotti@libero.it [ip_utente] => 93.36.8.37 [inviato] => 1 [voti_like] => 18 [voti_dislike] => 3 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682738 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 50558 [id_parent] => 2682372 [stato] => pubblicato [commento] => tu dove eri? [data_creazione] => 2018-12-08 23:12:19 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => sicufe [email_utente] => esposito_domenico@libero.it [ip_utente] => 151.124.247.200 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 0 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682382 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1082720 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Pentiti [data_creazione] => 2018-12-08 15:02:27 [data_modifica] => 2018-12-08 15:06:55 [nome_utente] => Gigi [email_utente] => dsadsad@aol.com [ip_utente] => 86.132.104.24 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 0 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682683 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 7106 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => A parte il fatto che mi sembra strano che abbiano potuto mettere lo striscione e che non siano stati individuati i responsabili. Ma io indagherei per contiguità alla camorra anche tutti quelli che hanno.applaufito a sostegno della messinscena.. [data_creazione] => 2018-12-08 21:04:34 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:44 [nome_utente] => finnico [email_utente] => fraleo1950@libero.it [ip_utente] => 87.21.0.241 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682724 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 137890 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Quei pezzenti che si arrampicano, identificati, mettiamo il metodo "Casamonica" da parte dello Stato. [data_creazione] => 2018-12-08 22:29:04 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => mistergratis [email_utente] => vincenzo@email.it [ip_utente] => 5.170.106.172 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682728 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1068527 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Poi ci indigniamo dei cori allo stadio quà nessuno si indigna ? [data_creazione] => 2018-12-08 22:39:39 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => Amus [email_utente] => antoniomusella111@gmail.com [ip_utente] => 87.3.143.180 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682746 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1080342 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Paesi da essere al suolo. [data_creazione] => 2018-12-08 23:40:03 [data_modifica] => 2018-12-09 09:20:50 [nome_utente] => Napoli8181 [email_utente] => sport5@libero.it [ip_utente] => 2.35.248.48 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 2 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) ) ) ) ) ) [followup] => ) [2682372] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682372 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 848606 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => E lo stato dov'è? Prima abbandoniamo certi posti e poi ci indignano. Troppo facile.... Troppo facile [data_creazione] => 2018-12-08 14:51:53 [data_modifica] => 2018-12-08 15:00:48 [nome_utente] => pacoze [email_utente] => paolo.cotti@libero.it [ip_utente] => 93.36.8.37 [inviato] => 1 [voti_like] => 18 [voti_dislike] => 3 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682738 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 50558 [id_parent] => 2682372 [stato] => pubblicato [commento] => tu dove eri? [data_creazione] => 2018-12-08 23:12:19 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => sicufe [email_utente] => esposito_domenico@libero.it [ip_utente] => 151.124.247.200 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 0 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682382 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1082720 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Pentiti [data_creazione] => 2018-12-08 15:02:27 [data_modifica] => 2018-12-08 15:06:55 [nome_utente] => Gigi [email_utente] => dsadsad@aol.com [ip_utente] => 86.132.104.24 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 0 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682683 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 7106 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => A parte il fatto che mi sembra strano che abbiano potuto mettere lo striscione e che non siano stati individuati i responsabili. Ma io indagherei per contiguità alla camorra anche tutti quelli che hanno.applaufito a sostegno della messinscena.. [data_creazione] => 2018-12-08 21:04:34 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:44 [nome_utente] => finnico [email_utente] => fraleo1950@libero.it [ip_utente] => 87.21.0.241 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682724 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 137890 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Quei pezzenti che si arrampicano, identificati, mettiamo il metodo "Casamonica" da parte dello Stato. [data_creazione] => 2018-12-08 22:29:04 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => mistergratis [email_utente] => vincenzo@email.it [ip_utente] => 5.170.106.172 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682728 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1068527 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Poi ci indigniamo dei cori allo stadio quà nessuno si indigna ? [data_creazione] => 2018-12-08 22:39:39 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => Amus [email_utente] => antoniomusella111@gmail.com [ip_utente] => 87.3.143.180 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682746 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1080342 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Paesi da essere al suolo. [data_creazione] => 2018-12-08 23:40:03 [data_modifica] => 2018-12-09 09:20:50 [nome_utente] => Napoli8181 [email_utente] => sport5@libero.it [ip_utente] => 2.35.248.48 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 2 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) ) ) ) ) ) [2682382] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682382 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1082720 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Pentiti [data_creazione] => 2018-12-08 15:02:27 [data_modifica] => 2018-12-08 15:06:55 [nome_utente] => Gigi [email_utente] => dsadsad@aol.com [ip_utente] => 86.132.104.24 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 0 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682683 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 7106 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => A parte il fatto che mi sembra strano che abbiano potuto mettere lo striscione e che non siano stati individuati i responsabili. Ma io indagherei per contiguità alla camorra anche tutti quelli che hanno.applaufito a sostegno della messinscena.. [data_creazione] => 2018-12-08 21:04:34 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:44 [nome_utente] => finnico [email_utente] => fraleo1950@libero.it [ip_utente] => 87.21.0.241 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682724 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 137890 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Quei pezzenti che si arrampicano, identificati, mettiamo il metodo "Casamonica" da parte dello Stato. [data_creazione] => 2018-12-08 22:29:04 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => mistergratis [email_utente] => vincenzo@email.it [ip_utente] => 5.170.106.172 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682728 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1068527 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Poi ci indigniamo dei cori allo stadio quà nessuno si indigna ? [data_creazione] => 2018-12-08 22:39:39 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => Amus [email_utente] => antoniomusella111@gmail.com [ip_utente] => 87.3.143.180 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682746 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1080342 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Paesi da essere al suolo. [data_creazione] => 2018-12-08 23:40:03 [data_modifica] => 2018-12-09 09:20:50 [nome_utente] => Napoli8181 [email_utente] => sport5@libero.it [ip_utente] => 2.35.248.48 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 2 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) ) ) ) ) [2682683] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682683 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 7106 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => A parte il fatto che mi sembra strano che abbiano potuto mettere lo striscione e che non siano stati individuati i responsabili. Ma io indagherei per contiguità alla camorra anche tutti quelli che hanno.applaufito a sostegno della messinscena.. [data_creazione] => 2018-12-08 21:04:34 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:44 [nome_utente] => finnico [email_utente] => fraleo1950@libero.it [ip_utente] => 87.21.0.241 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682724 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 137890 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Quei pezzenti che si arrampicano, identificati, mettiamo il metodo "Casamonica" da parte dello Stato. [data_creazione] => 2018-12-08 22:29:04 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => mistergratis [email_utente] => vincenzo@email.it [ip_utente] => 5.170.106.172 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682728 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1068527 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Poi ci indigniamo dei cori allo stadio quà nessuno si indigna ? [data_creazione] => 2018-12-08 22:39:39 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => Amus [email_utente] => antoniomusella111@gmail.com [ip_utente] => 87.3.143.180 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682746 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1080342 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Paesi da essere al suolo. [data_creazione] => 2018-12-08 23:40:03 [data_modifica] => 2018-12-09 09:20:50 [nome_utente] => Napoli8181 [email_utente] => sport5@libero.it [ip_utente] => 2.35.248.48 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 2 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) ) ) ) [2682724] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682724 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 137890 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Quei pezzenti che si arrampicano, identificati, mettiamo il metodo "Casamonica" da parte dello Stato. [data_creazione] => 2018-12-08 22:29:04 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => mistergratis [email_utente] => vincenzo@email.it [ip_utente] => 5.170.106.172 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682728 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1068527 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Poi ci indigniamo dei cori allo stadio quà nessuno si indigna ? [data_creazione] => 2018-12-08 22:39:39 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => Amus [email_utente] => antoniomusella111@gmail.com [ip_utente] => 87.3.143.180 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682746 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1080342 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Paesi da essere al suolo. [data_creazione] => 2018-12-08 23:40:03 [data_modifica] => 2018-12-09 09:20:50 [nome_utente] => Napoli8181 [email_utente] => sport5@libero.it [ip_utente] => 2.35.248.48 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 2 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) ) ) [2682728] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682728 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1068527 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Poi ci indigniamo dei cori allo stadio quà nessuno si indigna ? [data_creazione] => 2018-12-08 22:39:39 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => Amus [email_utente] => antoniomusella111@gmail.com [ip_utente] => 87.3.143.180 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 1 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682746 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1080342 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Paesi da essere al suolo. [data_creazione] => 2018-12-08 23:40:03 [data_modifica] => 2018-12-09 09:20:50 [nome_utente] => Napoli8181 [email_utente] => sport5@libero.it [ip_utente] => 2.35.248.48 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 2 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) ) [2682738] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682738 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 50558 [id_parent] => 2682372 [stato] => pubblicato [commento] => tu dove eri? [data_creazione] => 2018-12-08 23:12:19 [data_modifica] => 2018-12-09 09:17:42 [nome_utente] => sicufe [email_utente] => esposito_domenico@libero.it [ip_utente] => 151.124.247.200 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 0 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) [2682746] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682746 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 1080342 [id_parent] => 0 [stato] => pubblicato [commento] => Paesi da essere al suolo. [data_creazione] => 2018-12-08 23:40:03 [data_modifica] => 2018-12-09 09:20:50 [nome_utente] => Napoli8181 [email_utente] => sport5@libero.it [ip_utente] => 2.35.248.48 [inviato] => 1 [voti_like] => 0 [voti_dislike] => 2 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) [2682823] => NodoCommenti Object ( [profondita] => 0 [posizione] => 0 [commento] => Commento Object ( [id_commento] => 2682823 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => Item Object ( [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [id_item] => 4159601 [id_link] => 0 [id_copiato] => 0 [tipo] => articolo [titolo] => Castellammare, falò dell'Immacolata con messaggio della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_home] => Falò dell'Immacolata con messaggio
della camorra: «Pentiti bruciati» [titolo_url] => castellammare_falo_immacolata_messaggio_camorra_pentiti_bruciati [testo] => CASTELLAMMARE - «Così devono morire i pentiti, bruciati». Il falò della vergogna arriva dalla periferia di Castellammare di Stabia, dal cosiddetto bronx Faito, nella periferia stabiese. Una frase eloquente con un manichino impiccato sono stati incendiati a mezzanotte insieme ad una catasta di legna al centro del quartiere, tra applausi e fuochi d'artificio. 

Come ogni anno, da tradizione, la notte che precede l'Immacolata si trasforma in festa a Castellammare, ma la camorra spesso ne approfitta per lanciare i suoi messaggi.

Ieri, mentre in villa comunale si svolgeva la festa legale con oltre 15mila persone e i tradizionali fucaracchi, nei rioni a più alta densità criminale è andata in scena la festa parallela, gestita da comitato di quartieri permeati dai clan.

Il falò più eclatante, per il messaggio lanciato contro i collaboratori di giustizia, è arrivato dall'Aranciata Faito. E ciò è avvenuto tre giorni dopo il blitz anticamorra della polizia che ha smantellato i vertici di quattro clan dell'area stabiese e dei monti Lattari, con il coinvolgimento di imprenditori importanti e da sempre ritenuti vicini agli ambienti deviati come Adolfo Greco. 
[testatina] => IL CASO [foto] => 4159601_1451_impi.jpg [foto_subfolder] => 96/01/ [id_agenzia] => 29 [didascalia] => [crop_info] => {"HIGH":{"x":0,"y":0,"w":568,"h":310},"MED":{"x":1,"y":-5.684341886080802e-14,"w":565.2941176470571,"h":310.00000000000006},"PANORAMA":{"x":0,"y":50,"w":568,"h":196.21818181817932},"THUMB":{"x":129,"y":0,"w":310,"h":310}} [visibile] => 1 [commenti] => 1 [adsense] => 1 [copyright] => 1 [data_creazione] => 2018-12-08 13:39:42 [data_modifica] => 2018-12-09 08:58:43 [tags] => [tweet] => [categories] => Array ( [0] => Array ( [id_categoria] => 349 [id_testata] => 4 [parent] => 54 [nome] => Cronaca [nome_url] => cronaca [visibile] => 1 [pubblicabile] => 1 [cross_testata] => 0 [ordinamento] => 100 [principale] => 1 ) ) [approfondimenti] => [creato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 10215 [username] => dsautt1982 [password] => uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr/I [nome] => Dario [cognome] => Sautto [data_di_nascita] => 1984-07-28 [email] => dariosautto@gmail.com [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Collaboratori [auth_group] => collaboratore [auth_custom] => [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 0 [scadenza_pwd] => 2021-12-08 [json_pwd] => ["uB8tOX+xkn+N7MeWlFVCeW934BELFN4vAr\/I",null,null] [scadenza_account] => ) [modificato_da] => DBObject Object ( [table] => CmsUser [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_cmsuser] => 277 [username] => fanuzzi [password] => Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+ [nome] => Alessio [cognome] => Fanuzzi [data_di_nascita] => 1981-09-04 [email] => afanuz@ilmattino.it [abilitato] => 1 [pagabile] => 0 [id_testata] => Testata Object ( [table] => Testata [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [id_testata] => 4 [nome] => Il Mattino ) [gruppo] => Redazione web [auth_group] => caporedattore [auth_custom] => {"publish_home":true} [servizio] => [note] => [pubblicazione_esterna] => 1 [scadenza_pwd] => 2019-05-14 [json_pwd] => ["Uo6howNhoV2cjYo6KO5Q7VjcZHlNgkHvR4d+","yzz6x+XyjstFajUn5v5t\/su8zLB7ydvC4dbNf5mcPw==",null] [scadenza_account] => 0000-00-00 ) [data_inizio_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_fine_pubblicazione] => 0000-00-00 00:00:00 [data_prima_pubblicazione] => 2018-12-08 14:49:22 [ereditato] => [category_ancestors] => {"54":"Napoli","349":"Cronaca"} [no_ripubblicazione] => 0 [pagabile] => 0 [stile] => default [pay] => 0 [link_parent_category_cross_testata] => [table] => Item [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) [num_appr_inevidenza] => 0 ) [id_utente] => 505350 [id_parent] => 2682533 [stato] => pubblicato [commento] => È in dialetto.... [data_creazione] => 2018-12-09 06:44:06 [data_modifica] => 2018-12-09 09:27:00 [nome_utente] => primalinea [email_utente] => fabiominicucci@gmail.com [ip_utente] => 93.33.166.24 [inviato] => 1 [voti_like] => 1 [voti_dislike] => 0 [risposte] => Array ( ) [table] => Commento [_errors] => Array ( ) [_warnings] => Array ( ) ) [risposta] => [followup] => ) ) 1