Choc a Pompei: i turisti ungheresi
«oltraggiano» l'antica basilica

Giovedì 6 Ottobre 2016 di Susy Malafronte
Turisti ungheresi
Pompei. Choc nella città sepolta: i turisti «oltraggiano» il monumento. Le colonne della Basilica degli scavi di Pompei a rischio danneggiamento per il comportamento incivile di sei turisti ungheresi. Nagy, Bendegùz, Adàm, Bulyàki, Làszlò e Lovas si sono arrampicati sulle colonne antiche del monumento archeologico e, per circa un'ora, hanno emulato le posizioni delle statue di Igor Mitoraj. Il loro comportamento barbaro ha messo a dura prova la staticità delle colonne dal valore inestimabile del patrimonio Unesco. Per vantarsi con gli amici, i sei ungheresi, hanno postato la foto -  delle loro performace «proibite» tra le antiche vestigia - sui rispettivi profili Facebook. In pochi minuti la foto è diventata virale. 

Non si è fatta attendere la reazione del soprintendente Massimo Osanna: «Il comportamento dei turisti ungheresi è un segno evidente di carenza di cultura e sensibilità, ma anche di inconsapevolezza del valore e del significato del patrimonio culturale comune. Tali atteggiamenti sono quelli che più impressionano e ci rendono difficile e delicato il compito di garantire la salvaguardia e la conservazione dei nostri beni, la cui tutela non può essere lasciata esclusivamente in mano alle Soprintendenze, con pretese di deresponsabilizzazione, ma deve prescindere anche da un'educazione civica che non sempre è scontata. Con le forze dell'ordine competenti ci attiveremo per inoltrare denuncia nei confronti di questi individui». Ultimo aggiornamento: 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA