Circumflegrea chiusa, De Gregorio tuona: «Capistazione tutti malati, non cedo ai ricatti»

Lunedì 6 Luglio 2020 di Elena Romanazzi

Giornata amara per gli utenti della della Circumflegrea chiusa da questa mattina.  Il servizio è interrotto per una agitazione del personale. È stato predisposto un servizio sostitutivo di autobus della ditta Autoservizi meridionali. «C'è una agitazione del personale in atto - spiega a Il Mattino il presidente dell'Eav Umberto De Gregorio - chiedono più turni e di conseguenza più soldi, hanno avuto negli ultimi due anni un incremento dell retribuzione del 15% che non ha avuto nessuna azienda in Italia, io non posso cedere a questi ricatti».
 


Capistazione tutti malati e nessuno disponibile alle sostituzioni, così si è fermato il servizio. «Andremo ad oltranza - aggiunge De Gregorio - chiederò l'intervento del prefetto, ma non posso cedere ai ricattatori». C'è un incontro questa mattina alle 12, mi auguro aggiunge De Gregorio che prevalga la ragionevolezza perché questa è interruzione di pubblico servizio. L'incontro ha dato esito positivo. La circolazione è ripresa. «Mi sembra - spiega il presidente  dell'Eav - che ci sia una situazione di equilibrio e di responsabilità, auspico che venga definitivamente la protesta e che i problemi che ci sono vengano superati».

Ultimo aggiornamento: 14:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche