Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Circumvesuviana, saltano altre dieci corse

Venerdì 1 Luglio 2022 di Francesco Gravetti
Circumvesuviana, saltano altre dieci corse

Arrivano altre soppressioni in Circumvesuviana: otto corse nei giorni feriali e due in quelli festivi spariscono dall'orario di esercizio fino a contrario avvis. Lo rende noto la stessa Eav, che spiega: «Atteso un esponenziale aumento improvviso dello stato di morbilità (dovuto anche – ma non principalmente - all’innalzarsi di casi covid) del personale viaggiante, perdurando quindi le difficoltà in termini di disponibilità di personale viaggiante sulle linee vesuviane, ad integrazione di quanto già disposto, si dispone a partire dal 2 luglio 2022, e fino a contrario avviso, un’ulteriore riduzione del servizio ferroviario con la soppressione delle seguenti corse». Saltano, dunque, quattro corse lungo la Napoli-Poggiomarino, due lungo la Napoli-Ottaviano-Sarno, due sulla Napoli-Nola-Baiano e altre due su quest'ultima linea ma solo i giorni festivi. 

Il provvedimento si aggiunge a quello dei giorni passati, quando fu rimodulato l'orario a causa dell'indisponibilità del personale a fare lo straordinario.

Video

Intanto, sul fronte politico è il consigliere regionale e presidente della commissione trasporti Luca Cascone ad attaccare: «Quello che sta accendendo in Eav è vergognoso, per colpa di irresponsabili che approfittano di ogni escamotage per evitare di svolgere il proprio lavoro, penalizzando il servizio, gli utenti ed i turisti. Per fortuna ci sono sindacati e lavoratori corretti ed è con loro che l’azienda deve subito trovare un accordo ragionevole. Ma ancora più vergognosa è la speculazione politica che alcune forze politiche stanno mettendo in campo, sovrapponendo becere trattative sindacali a scelte programmatiche». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA