Napoli: addio a Ciro Di Natale, il manager batterista. Inventò Camomilla e Galleria Scarlatti

Giovedì 6 Agosto 2020

È scomparso a 70 anni Ciro Di Natale inventore del marchio “Camomilla” e del megastore Galleria Scarlatti. Con un’esperienza da musicista in gioventù: fu il batterista dei “Top’s”, gruppo della prima scena beat partenopea. Nato nel 1950, abitò fino ai vent’anni al centro storico, in via Cirillo. La zona dei conciatori, infatti il padre aveva una piccola impresa di pelletteria. La parentesi musicale fu nella seconda metà degli anni ’60. Lino Vairetti, leader degli Osanna, racconta che i “Top’s” erano gli antagonisti della sua band giovanile, “I volti di pietra”. Di Natale alla batteria, alle tastiere Gino Iavarone – che poi avrebbe suonato con NadaPeppe Sanniola alla chitarra e Amleto Anastasio al basso. Si ritirò presto dalla scena musicale per seguire le orme del padre. Ma con intuizioni in grande: nel 1974 aprì a piazza Dante il primo punto di quello che sarebbe diventato “Camomilla”, il brand di abiti e accessori per donna. Un marchio destinato a diventare internazionale, in seguito ceduto da Di Natale alla Compagnia di Manifatture Tessili srl. La sua avventura imprenditoriale proseguì alla fine degli anni ‘70 con l’ideazione, insieme a una cordata di imprenditori, della Galleria Scarlatti sulle ceneri del vecchio cinema Ideal. 

Ultimo aggiornamento: 7 Agosto, 12:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA