Commercialisti, appello di Moretta: «Riforma fiscale non più rinviabile»

Domani il forum nazionale “Proposte per una riforma fiscale quale incentivo alla ripresa economica e strumento di contrasto alla crisi di impresa”

Vincenzo Moretta, presidente della Fondazione Odcec Napoli
Vincenzo Moretta, presidente della Fondazione Odcec Napoli
Giovedì 24 Novembre 2022, 17:26 - Ultimo agg. 18:47
4 Minuti di Lettura

«È importante che la futura riforma fiscale funga da volano per la ripresa, tenendo conto delle proposte avanzate dai commercialisti, che conoscono il tessuto produttivo del Paese, oggi più che mai, dopo la pandemia e una guerra in atto. Proprio quando le risorse a disposizione sono poche, è importante che non vadano disperse e distribuite a pioggia ma concentrate su pochi interventi mirati ed efficaci: su questi temi vorremmo confrontarci, sia al nostro interno che con le istituzioni pubbliche e private». Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente della Fondazione Odcec Napoli, presentando il forum nazionale “Proposte per una riforma fiscale quale incentivo alla ripresa economica e strumento di contrasto alla crisi di impresa” che si terrà domani (venerdì 25 novembre) alle 09,30, nell’Aula Magna del centro congressi dell’Università Federico II (via Partenope, 36) organizzato dalla Fondazione partenopea dei commercialisti e dalla Fondazione Centro Studi Ungdcec, al quale interverranno Maurizio Leo (Vice Ministro dell’Economia), Michele Carbone (Comandante interregionale dell’Italia Meridionale Generale di corpo d’armata della Guardia di Finanza), Michele Garruba (Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate, Gian Piero Scoppa (presidente della sezione fallimentare del Tribunale di Napoli).

«L’Italia ha bisogno di una riforma fiscale equa e strutturale, ma anche innovativa. Una riforma che guardi finalmente al futuro - sottolinea Matteo De Lise, numero uno dell’Unione Nazionale Giovani Commercialisti - rispondendo alle esigenze delle nuove generazioni di professionisti e imprenditori di avere nuove possibilità nel mercato globale. Dunque, un incentivo alla ripresa ma anche uno strumento che guardi al lungo periodo, a come si trasformerà il Paese nei prossimi anni. I giovani commercialisti sono in prima linea, certi che un fisco più semplice ed equo sia decisivo per l’economia italiana».

Anche secondo Eraldo Turi, presidente dell’Odcec Napoli «la riforma è ormai improcrastinabile e rappresenta un’occasione unica, sia per la riduzione della pressione fiscale che rende meno attrattivo e competitivo il nostro Paese, sia per la razionalizzazione degli incentivi, ed infine per l’efficientamento dell’Amministrazione Finanziaria».
Per il Cndcec (che ha concesso il patrocinio all’evento con Ungdcec e Odcec Napoli,) a portare l’indirizzo di saluto sarà il presidente Elbano de Nuccio, seguiranno gli interventi di Giulio Andreani, Marcello Pollio e Pasquale Saggese.

Al convegno sarà illustrata l’analisi svolta congiuntamente dalle due Fondazioni, in cui sono illustrati gli interventi a sostegno delle imprese ritenuti prioritari e che potrebbero rappresentare le linee guida cui dovrebbe ispirarsi la futura riforma, sempre più urgente alla luce dell’attuale contesto economico-sociale in cui operano le nostre aziende. 

Video

Successivamente si terranno due tavole rotonde cui prenderanno parte, tra gli altri, Costanzo Jannotti Pecci (presidente dell’Unione Industriali di Napoli), Salvatore Regalbuto (consigliere delegato alla fiscalità del CN), i Presidenti degli Odcec di Milano (Marcella Caradonna), di Roma (Giovanni Battista Calì), di Napoli (Eraldo Turi), di Bologna (Enrica Piacquaddio), di Vicenza (Margherita Monti), di Palermo (Niccolò La Barbera), di Genova (Paolo Ravà), di Reggio Calabria (Stefano Poeta), di Benevento (Fabrizio Russo) ed il presidente della SAF del Triveneto (Alberto Maria Camillotti), nonché i docenti unoiversitari Clelia Buccico, Paola Coppola e Francesco Fimmanò. Per la Fondazione Odcec Napoli vi saranno Michele Saggese (Vice Presidente) e Immacolata Maria Lorenza Vasaturo (componente del Comitato Scientifico), mentre per i giovani commercialisti Francesco Puccio (presidente della Fondazione Centro Studi Ungdcec), Giancarlo Falco, ed il Presidente dell’Ugdcec di Napoli, Claudio Turi. 
Si aprirà un confronto sia sulle proposte presentate che sugli interventi a sostegno delle imprese sino ad oggi effettuati, anche alla luce della necessità di una rivisitazione del complesso sistema dei crediti di imposta/bonus che tenga conto delle peculiarità delle diverse realtà imprenditoriali del nostro Paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA