Concorso vigili, bufera sul Comune
«Ci chiedono di essere come Rambo»

Venerdì 27 Settembre 2019 di Luigi Roano

Per fare il vigile urbano a Napoli bisogna tentare almeno di somigliare un poco a Rambo. Perché tra i requisiti per accedere al concorso per l'assunzione di 96 agenti di Polizia municipale a tempo determinato, a Palazzo San Giacomo chiedono performance fisiche importanti e per qualcuno, anzi per la maggioranza degli aspiranti poliziotti municipali questo potrebbe essere un problema serio. Perché impiegare - per esempio - massimo 4 minuti per percorrere 800 metri sembra facile ma non è così.
 
Si dice che a stabilire i criteri ci sia una legge ad hoc, ed è tutto vero, ma si tratta di quelli fondamentali che vanno dalla cittadinanza italiana all'idoneità fisica perché è anche vero che le preselezioni per accedere al concorso di Palazzo San Giacomo sono state stabilite dall'ente che indice il concorso e quindi discrezionali e tarate sulla città dove si presterà servizio. E poi dando uno sguardo alla composizione dell'organico attuale della Polizia municipale di Palazzo San Giacomo, oggettivamente si stenta a scovare gente atleticamente ben piazzata: come sono entrati nella famiglia dei caschi bianchi? Tra loro non ci sono superman ma degli ottimi poliziotti municipali che fanno il loro mestiere di vigile urbano. Vediamoli nel dettaglio questi requisiti e giova ricordare ancora una volta che si tratta di preselezioni per l'accesso al concorso, dunque discrezionali. «Per i candidati di sesso maschile corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 4 minuti, salto in alto di una altezza di 105 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi, sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti». E ancora per le candidate di sesso femminile «corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 5 minuti, salto in alto di una altezza di 90 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi, 2 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti». Il mancato superamento anche di una delle tre prove comporta la non ammissione «dell'aspirante al prosieguo del procedimento selettivo». Insomma sono preselezioni da Olimpiadi e non da concorso.
LA LEGGE
La legge prevede per gli aspiranti «idoneità fisica, senza limitazioni, allo svolgimento di tutte le mansioni relative al profilo di Agente municipale». Dove per limitazioni si intendono handicap cronici. Qual è il profilo del poliziotto municipale e quali sono le sua mansioni? Deve per caso fare inseguimenti a piedi come nei telefilm americani? Le funzioni che un vigile urbano è chiamato ad assolvere sono molteplici. Quella forse più importante riguarda il traffico e la viabilità e soprattutto somministrare contravvenzioni. Altra funzione per gli agenti di polizia locale è il controllo della segnaletica stradale e la prevenzione di incidenti. A queste vanno aggiunte azioni di «supporto» in caso di incidente stradale o altro vale a dire fare i rilievi sulla dinamica dell'incidente. Poi c'è quella di «affiancamento» ad altri corpi, come ad esempio la polizia giudiziaria o la protezione civile in particolari circostanze. A questi requisiti fondamentali per diventare vigile urbano se ne possono aggiungere altri, ed è il caso di Palazzo San Giacomo, perché è l'ente che bandisce il concorso a determinarli singolarmente. Nelle grandi città, ad esempio, a causa del grande afflusso di turisti, si richiede la conoscenza di una lingua straniera e in quello del Comune questo requisito è previsto. Evidentemente però a Napoli si cercano i fratellini minori di Rambo e non vigili urbani.
lu. ro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 11:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA