Contagiato in un ospedale dell'Emilia
​vuole rientrare a casa: in isolamento

Lunedì 1 Giugno 2020 di Francesca Mari

Contagiato in un ospedale dell'Emilia Romagna, torna a Torre del Greco ma è ancora positivo. Sebbene il numero degli attuali positivi (tre, di cui due ospedalizzati) sia di gran lunga diminuito rispetto a marzo e alla fase critica, sembra che la città che ha contato il maggior numero di vittime nel Vesuviano (venti morti) proprio non riesca ad arrivare al traguardo del contagio zero.

I tre nuovi positivi, infatti, sono tutti relativi all'ondata post lockdown e l'ultimo caso viene addirittura da fuori regione. Si tratta di un 70enne che sabato è rientrato dall'Emilia Romagna in ambulanza. L'uomo si era infettato proprio nell'ospedale emiliano in cui era ricoverato da due mesi per altre patologie. Ma nelle scorse ore, nonostante fosse ancora positivo, è tornato a casa. Ora è in isolamento domiciliare controllato.

LEGGI ANCHE Coronavirus a Torre del Greco, l'incubo di un 92enne: guarito, torna positivo

Ma come è possibile che l'uomo sia rientrato a Torre del Greco nonostante viga ancora il divieto di spostamento tra Regioni? «Ho chiesto informazioni all'Asl ha detto il sindaco Giovanni Palomba per comprendere la natura dei contagi e cercare di circoscrivere i casi per evitare focolai. Mi è stato risposto che si tratta di un protocollo ospedaliero, per cui il paziente, che voleva rientrare nella sua città, è stato portato con l'ambulanza in massima sicurezza».

Quindi, sebbene nelle scorse ore si sia registrata un'altra guarigione, restano tre i positivi con il nuovo caso che si va aggiungere agli ultimi due contagiati delle scorse settimane. Uno dei positivi è un 92enne che, benchè fosse stato dimesso dal Cotugno perché guarito e con due tamponi negativi, si è infettato la scorsa settimana ed è tornato in ospedale. Ora è al Covid Hospital di Bosco in condizioni stabili, mentre la figlia, che pure era risultata positiva, è guarita. L'altro caso è quello di una maestra risultata positiva nelle scorse settimane e ora in isolamento a casa. Nella ricerca della catena dei contagi il Comune aveva cercato di capire se una figlia della donna, che vive in Francia, fosse tornata di recente. Ma l'accertamento ha dato esito negativo. Nel corso della settimana sono stati fatti quaranta tamponi, tutti con esito negativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA