Controlli con un'app della Polfer: fermato evaso dagli arresti domiciliari a Napoli

Con uno smartphone e un'applicazione speciale, gli agenti della Polfer hanno scoperto che l'uomo che stavano controllando era un pregiudicato che doveva essere agli arresti domiciliari. Con sua grande sorpresa, l'uomo è stato arrestato in flagranza del reato di evasione. Non solo: sottoposto a giudizio con rito direttissimo è stato condannato a 8 mesi di reclusione che dovrà scontare non più a casa propria, al Vasto, ma a Poggioreale.

Sempre in mattinata gli agenti della Polizia Ferroviaria sono intervenuti a bordo di un treno in partenza da Napoli Centrale per  una passeggera priva di biglietto che si era rifiutata di fornire le proprie generalità al capotreno. La donna, nello scendere dal convoglio, aveva anche sferrato un calcio a un ferroviere. Bloccata dai poliziotti, sottoposta a perquisizione si è scoperto che era in possesso di un coltello serramanico, finendo denunciata per una serie di reti.

In un altro intervento, nel primo pomeriggio di ieri, una pattuglia della Polizia Ferroviaria è  intervenuta alla stazione di Napoli Piazza Garibaldi della linea 1 della metropolitana, dove un pregiudicato privo di regolare biglietto, nel tentativo di oltrepassare il varco  di accesso all’area dei binari di arrivo/partenza dei treni ha spintonato il personale  impegnato nelle verifiche dei titoli di viaggio.  F.P., napoletano, classe 1983, è stato denunciato per violenza o minaccia e per resistenza a Pubblico Ufficiale. Dai controlli in banca dati è inoltre emerso a suo carico un provvedimento dell’Ufficio di Sorveglianza presso il Tribunale di Avellino in virtù del quale l’uomo è stato arrestato  e tradotto al carcere di Poggioreale.
Giovedì 11 Luglio 2019, 16:47 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2019 17:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP