Coronavirus, a Napoli sono 650 le imprese che continuano l'attività

Mercoledì 25 Marzo 2020
Sono oltre 650 le imprese che hanno mandato alla Prefettura di Napoli notifica di continuità delle attività previste secondo il dpcm del 22 marzo scorso. Le lettere di continuità ricevute dalla Prefettura partenopea si riferiscono quindi a tutte le attività previste come necessarie dal decreto del presidente del Consiglio e sono, si apprende dal palazzo di governo di Napoli, relative a molti settori come trasporti, riparazione e manutenzione, ingrosso, imballaggi, agrifood e trasformazione dei prodotti agricoli.

Come previsto dal dpcm sulle ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, in Prefettura sono giunte anche le comunicazioni relative al comma che riguarda «le imprese le cui attività sono sospese per effetto del presente decreto completano le attività necessarie alla sospensione entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione della merce in giacenza». In questo caso le richieste in lavorazione al momento sono 50, 16 sono state rilasciate, 20 sono in fase di rilascio e 16 in fase di istruttoria con la richiesta di dettagli mancanti.  Ultimo aggiornamento: 20:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA