Covid a Napoli, focolaio alla Sonrisa: è morta la vedova del boss delle cerimonie

Mercoledì 26 Agosto 2020 di Fiorangela d'Amora

Il 12 agosto scorso fu trasferita al Cotugno di Napoli, questa mattina il suo cuore ha smesso di battere. La vedova del noto don Antonio Polese, defunto boss delle Cerimonie è morta a seguito del focolaio esploso all'interno della sua struttura: la Sonrisa. La signora Rita Greco aveva 85 anni e, dopo il tampone per il Covid-19, fu ricoverata in ospedale a causa delle altre patologie che poi hanno aggravato la sua condizione, fino al decesso dopo quindici giorni in ospedale.
 

 

La vedova era nota al grande pubblico grazie al reality Il Castello delle Cerimonie in onda su Real Time, che ha fatto conoscere gli eccessi e gli sfarzi dei matrimoni napoletani festeggiati all'interno della Sonrisa di Sant'Antonio Abate.
 
video

Dopo la morte del marito (1 dicembre 2016) la donna aveva realizzato nel 2017 una rubrica su Dplay Le ricette della signora Rita dove cucinava piatti della tradizione napoletana. Il focolaio esploso all'interno della struttura ricettiva ha coinvolto in totale 44 persone tra i comuni di Sant'Antonio Abate, Castellammare e Monti Lattari. 

Ultimo aggiornamento: 27 Agosto, 07:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA