Covid a Napoli, 11 pazienti della clinica tornano positivi dopo essere guariti

Martedì 1 Dicembre 2020 di Massimiliano D'Esposito

Undici pazienti di Villa Simpliciano tornano positivi dopo essere risultati guariti dal coronavirus. È quanto reso noto ieri dal sindaco di Meta, Giuseppe Tito, e poi confermato dal direttore sanitario della residenza, Giuseppe Califano. Un caso singolare che purtroppo può verificarsi, rilanciando preoccupazioni che sembravano superate.

Villa Simpliciano è una struttura di assistenza sanitaria che ospita trenta persone, al di sotto dei 60 anni di età, affetti da disabilità e patologie psichiatriche. Lo scorso 7 novembre 12 ospiti sono risultati positivi al Covid-19; il giorno successivo si accertarono ulteriori 13 positività. Un focolaio vero e proprio che non ha risparmiato alcuni operatori. Tutti i contagiati, comunque, risultavano asintomatici, mentre i responsabili hanno immediatamente provveduto ad isolare i 5 negativi. Il 22 novembre è giunta notizia della guarigione di 18 pazienti, mentre rimanevano 9 casi tra ospiti e personale. Il focolaio sembrava destinato a spegnersi in tempi rapidi. Invece ieri la doccia fredda, quando il sindaco Tito ha diffuso il report quotidiano relativo alla pandemia nel suo Comune. «Registriamo in totale 12 positivi, undici dei quali sono persone collegate a Villa Simpliciano risultate già positive, poi negativizzate e poi, purtroppo, di nuovo positive, alle quali si aggiunge una donna di 25 anni». Una nota che ha allarmato i familiari dei pazienti in cura presso la residenza sanitaria assistenziale di Meta. «Si tratta di pazienti che il 18 novembre scorso si sono sottoposti al secondo tampone di guarigione risultato negativo - chiarisce il direttore sanitario Califano - per scrupolo ho chiesto di eseguire un ulteriore tampone che per 11 dei nostri ospiti ha dato esito positivo. Ho chiesto delucidazioni in merito al referente dell'Asl Napoli 3-Sud per le Rsa, Antonio Coppola - aggiunge Califano - il quale mi ha confermato che può accadere se rimane nell'organismo un residuo del virus. Ma mi ha anche tranquillizzato ritenendo che probabilmente già i prossimi test torneranno negativi». Il direttore sanitario di Villa Simpliciano tiene anche a puntualizzare che tutti i pazienti e gli operatori sanitari sono asintomatici e stanno bene, mentre altri 4 sono stati dichiarati guariti. 

Video

Resta alta poi l'attenzione sull'altro focolaio attivo in Costiera, quello della casa di riposo San Michele Arcangelo di Piano di Sorrento dove si contano 40 contagi, 32 tra gli anziani e 8 tra i dipendenti. Alcuni di essi presentano sintomi, anche se lievi. «Gli ospiti Covid positivi sono in condizioni cliniche stazionarie - evidenzia il sindaco Vincenzo Iaccarino -. Ho contattato personalmente il dottor Antonio Coppola affinché domani (oggi, ndr) possano essere visitati tutti da due unità Usca per ottimizzare ulteriormente la terapia, mentre la Protezione civile fornirà di ulteriori Dpi gli operatori». Intanto a Castellammare si registra il decesso di Enzo Bosso, decano dei farmacisti stabiesi. Aveva 65 anni, godeva di buona salute e dopo il contagio stava combattendo il Covid a casa, prima del peggioramento improvviso, il ricovero in ospedale e il decesso, avvenuto ieri notte. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA