Covid a Napoli, lockdown a Ticciano: «Negozi chiusi, tamponi obbligatori per tutti»

Venerdì 16 Ottobre 2020 di Ilenia De Rosa

Oltre 20 casi positivi in una frazione collinare di circa seicento abitanti: istituita la zona rossa a Ticciano. A stabilire misure restrittive per il piccolo borgo è stato il sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore, con un'ordinanza. «In considerazione dell'ormai accertato alto numero di contagiati della frazione di Ticciano e al fine di evitare l'aggravarsi della già precaria situazione, da oggi e sino al 24 ottobre, si è ritenuto di vietare qualsiasi spostamento all'interno dell'abitato di Ticciano nonché l'entrata e l'uscita dalla comunità stessa se non per gravi e urgenti necessità – scrive sul suo profilo Facebook il primo cittadino - Tutti i residenti della frazione devono sottoporsi a tampone domiciliare secondo i protocolli Covid-19». 

Video

Una misura drastica ma necessaria, secondo l’amministrazione comunale, per frenare la diffusione del virus il cui focolaio più preoccupante è proprio a Ticciano. «Sono chiuse tutte le attività commerciali ad eccezione dei generi alimentari che devono chiudere alle ore 19 - continua il sindaco nel suo annuncio - La pizzeria può effettuare solo consegna a domicilio. Ogni richiesta o informazioni, deve essere inoltrata all'indirizzo mail coc@comunevicoequense.it. Sono state informate l'unità di crisi della Regione Campania, la prefettura, la questura e il dipartimento di prevenzione dell'Asl».

Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 08:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA