Coronavirus all'Avio di Pomigliano:
è il primo in una grande fabbrica

Mercoledì 11 Marzo 2020 di Pino Neri
momenti di panico all'Avio di Pomigliano

"L'azienda ci ha comunicato un caso di Coronavirus tra i nostri colleghi: non ci sono più le condizioni per proseguire le attività". A parlare sono i lavoratori del grande stabilimento Avio Aero di Pomigliano, fabbrica aeronautica, 1100 addetti, che produce componenti per velivoli militari e civili.

LEGGI ANCHE Coronavirus a Napoli, è allarme: mancano le mascherine al Cotugno

Intanto alla notizia del primo contagio nello stabilimento, operai, impiegati e tecnici si sono riversati davanti ai cancelli. "Nessuno conosce le disposizioni: alle 13 e 20 l'azienda ha inviato una mail ai sindacati informando del caso di Coronavirus", aggiungono le maestranze. Al momento nessuno entra in fabbrica per l'inizio del secondo turno. Ma stanno uscendo i lavoratori del primo, quello che va dalle 6 alle 14. Secondo quanto trapelato è un impiegato dell'azienda ad essere risultato contagiato. Avrebbe accusato i primi sintomi quando era a casa, intorno al 2 marzo. L'ufficio in cui lavora è stato messo in quarantena.                             

Ultimo aggiornamento: 15:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA