Coronavirus, accordo con la Difesa per produrre mascherine a Torre Annunziata

Martedì 7 Aprile 2020

L'Agenzia Industrie Difesa, l'Agenzia in house della Difesa posta sotto la vigilanza del Ministero della Difesa, ha stipulato un accordo quadro della durata di quattro anni rinnovabili con BLS S.r.l., azienda italiana specializzata da oltre cinquant'anni al 100% nella produzione di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, con l'obiettivo di potenziare la produzione di mascherine protettive delle vie respiratorie di tipo FFP2 e FFP3. Il progetto consente di avviare, in tempi brevi, nuove linee di produzione di mascherine certificate attraverso la riconversione dello Stabilimento militare «Spolette» di Torre Annunziata, un'unità produttiva dell'Aid.

LEGGI ANCHE Coronavirus, arrivano anche a Salerno i Tir con l'ospedale modulare

Ciò consentirà inoltre di incrementare la forza lavoro già attualmente operante all'interno del sito militare, consentendo di assumere ulteriore personale fino a 50 addetti, da distribuire su due o più linee produttive. In questo modo, si legge in una nota, si potrà supportare il Servizio Sanitario Nazionale in caso di emergenze sanitarie, quali quella contingente legata all'epidemia del Covid-19, in coordinamento con il Dipartimento della Protezione Civile. Più in generale, nel caso di emergenze nazionali, l'intero prodotto è destinato unicamente a soddisfare le esigenze indicate dalle Autorità Governative per interessi nazionali. In situazioni non emergenziali il prodotto servirà a soddisfare le esigenze degli Enti della Difesa, delle Forze di Polizia nonché quelle di protezione civile. Una collaborazione tra pubblico e privato che mette a fattor comune esperienza, know-how, innovazione, capacità di fare impresa e risorse La linea di produzione sarà inizialmente operativa presso la sede BLS a Cormano, per poi essere trasferita nello stabilimento militare «Spolette» di AID.

Ultimo aggiornamento: 16:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA