Coronavirus nel Napoletano, il sindaco:
​«Ordino serrande chiuse alle 14.30»

Martedì 31 Marzo 2020 di Patrizia Capuano
Rischio contagio, attenzione alta a Monte di Procida. Il sindaco, Giuseppe Pugliese, ha firmato un'ordinanza con cui si dispone la chiusura pomeridiana dei negozi: le serrande devono essere abbassate entro le 14.30. Sono esclusi dal provvedimento supermercati e negozi di alimentari, farmacie (aperte anche di domenica). Ribadita la chiusura di bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie. Varie le iniziative annunciate per contenere i rischi. In programma tamponi estesi ai soggetti più esposti alla infezione da Covid-19. A favore di questa procedura diagnostica, al fine di interrompere i contagi a catena, il dottor Leonardo Coppola, dirigente medico all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. «Solo la quarantena non è sufficiente - afferma - bisogna procedere con tamponi e test ematici a tutte le categorie ad alto rischio a partire dal personale sanitario, dalle forze dell'ordine, da chi lavora in luoghi aperti al pubblico». Sempre nell'ottica di limitare il rischio di contagio, operatori sanitari e medici potranno soggiornare in ostelli e strutture ricettive di Monte di Procida. Sul fronte della solidarietà, il Comune ha attivato un conto per le donazioni. Secondo gli ultimi provvedimenti governativi, Monte di Procida potrà usufruire di 113.020 euro per sussidi alimentari da destinare alle famiglie. Per Bacoli, che conta oltre 26mila abitanti, sono previsti 228.846 euro. Qui il Pd suggerisce all'amministrazione «di potenziare i servizi sociali e di convocare le commissioni, affinché le forze politiche possano confrontarsi sulle misure socio-economiche da adottare». Controlli serrati sul territorio, monitorato anche da droni.

LEGGI ANCHE Coronavirus, contagio a Pozzuoli: il sindaco rivela quattro nuovi casi

BACOLI
Qui un nuovo contagio da Covid-19, che porta a cinque il totale dei casi positivi nella città flegrea. Uno è deceduto nei giorni scorsi, due sono in isolamento sanitario e due ricoverati a Pozzuoli. Dal sindaco Josi Della Ragione un appello alla comunità, in una fase che dovrebbe essere tra le più difficili. «Chiedo il massimo impegno - dice - Ognuno deve fare la propria parte, siate responsabili. So di bambini che giocano a nascondino all'esterno di condomini e di persone che passeggiano nelle cooperative. Non si può. Intensificherò i controlli». Al vaglio delle forze dell'ordine la condotta di alcuni motociclisti, in corso di identificazione, che scorrazzano senza casco e senza targa in via Torre di Cappella.
  Ultimo aggiornamento: 08:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA