Coronavirus a Napoli, è allarme:
mancano le mascherine al Cotugno

Mercoledì 11 Marzo 2020

È emergenza negli ospedali Cotugno e Monaldi di Napoli, in prima linea nel contrasto al Coronavirus, a causa del mancato approvvigionamento dei presidi di sicurezza (mascherine e camici) previsto per oggi. È quanto denunciano  Luigi D'Emilio, segretario generale della Funzione Pubblica della Cisl di Napoli e Lorenzo Medici, segretario generale della Cisl Funzione Pubblica Campania.

LEGGI ANCHE #FacciamoSquadra: al via la campagna del Napoli femminile per il Cotugno

«Stamattina dovevano consegnare tutti i presidi di difesa dal contagio - spiegano i due sindacalisti - dalle mascherine ai camici, ma non è arrivato nulla e dalle notizie che abbiamo noi ci sarebbero 400 mila mascherine ferme in Turchia per problemi burocratici. Questo ha determinato una carenza proprio in quegli ospedali che sono in prima linea nell'azione di contrasto al virus. Tutto ciò - sottolineano - è inconcepibile e mette a rischio gli operatori sanitari. Sarebbe opportuno spostare la dotazione di presidi verso quelle strutture che sono impegnate in prima linea; diversamente il rischio è che a pagare il prezzo più alto potrebbero essere proprio medici e infermieri».

Ultimo aggiornamento: 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA