Coronavirus a Napoli, paura tra i vigili: nuovo assunto in quarantena dopo giuramento lunedì con 96 colleghi

Lunedì 30 Marzo 2020

Lunedì scorso il giuramento di 96 nuovi agenti della polizia municipale, il giorno seguente uno dei nuovi vigili di Napoli annuncia di avere il papà positivo al coronavirus, si mette in quarantena ed è in attesa dei risultati del tampone. Se si rivelerà positivo al virus potrebbe aver infettato anche gli altri 95 colleghi che erano con lui all'inizio della scorsa settimana in una assurda cerimonia collettiva di giuramento che già in quel momento generò polemiche.

LEGGI ANCHE Coronavirus, a San Giorgio a Cremano c'è un altro morto: «Era padre amorevole»

I vigili neoassunti, dopo aver frequentato il collega attualmente in quarantena sono stati dislocati in tutte le unità operative della città e potrebbero essersi trasformati in potenziale pericolo per l'intero corpo dei vigili. In attesa di notizie sui risultati del tampone del giovane vigile, all'interno del comando del corpo, in via De Giaxa, è stata effettuata una accurata sanificazione. Tensione tra i vigili e proteste all'orizzonte per il pericolo al quale sarebbero stati esposti tutti per via della cerimonia collettiva.

Ultimo aggiornamento: 13:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA