Coronavirus, primario del Cardarelli di Napoli finisce sul «New York Times»

Friday 12 June 2020

C' è anche un primario dell' Ospedale «Cardarelli» di Napoli nella galleria di medici ed operatori sanitari che affrontano il «Coronavirus» nel mondo del «New York Times». Il quotidiano Usa ha ospitato una riflessione del dott. Romolo Villani, primario di Anestesiologia e direttore del reparto Terapia intensiva Grandi ustionati. Nel dossier del NYT, uscito l' 8 Giugno intitolato «In harm's way» («In pericolo») il primario racconta l' esperienza del lockdown e riferisce che vi sono pazienti, compresi alcuni medici, che, dopo essere guariti dal Covid-19, risultano positivi una seconda volta.

LEGGI ANCHE Coronavirus, la Campania a contagi zero con tamponi mirati e rigore

Durante la fase più acuta dell' epidemia il dott. Villani ha organizzato in breve tempo, e con ridotto impiego di personale e risorse, una palazzina del «Cardarelli con ingresso autonomo per evitare il rischio di contagi. La palazzina dispone di un pronto soccorso per pazienti in codice rosso da Covid 19, di 4 posti di terapia intensiva e 6 di subintensiva, di due sale operatorie ed una Tac. I posti letto sono di isolamento con pressione negativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA