Coronavirus, il cuore di Carlo di Borbone: «Una raccolta per medici e malati»

Lunedì 23 Marzo 2020

«Il Movimento Neoborbonico aderisce all'iniziativa avviata dal principe Carlo di Borbone, Capo della Real Casa di Borbone Due Sicilie, invitando iscritti, simpatizzanti e quanti amano la storia ad inviare un contributo per aiutare medici e malati "soprattutto dove c'è carenza di strutture in questo momento difficile per il nostro Paese» si legge in una nota.

LEGGI ANCHE Coronavirus a Napoli, continua la raccolta fondi del Mattino per il Cotugno: donazioni anche da fuori regione

«Il Duca di Castro ha pubblicato una nota e un video sul sito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio preannunciando di avere già stanziato per la Charity Onlus 50.000 euro di partenza nella certezza che "ogni singolo euro donato sarà un barlume di speranza.

Carlo di Borbone, erede di una dinastia che seppe fare grandi Napoli e il Sud (con numerosi primati anche scientifici, medici e socialil) è da sempre, con l'Ordine Costantinano di cui è Gran Maestro, vicino a chi soffre con iniziative caritatevoli realizzate nel Sud dell'Italia e nel resto dell'Italia e del mondo nella continuità, tra passato e presente, di tradizioni e valori cristiani. 

Ecco il link per aderire alla raccolta

«Ho deciso di impegnarmi in prima persona per dare un contributo al nostro Paese in questo difficile momento e aiutare gli ospedali e coloro che vi lavorano in prima linea, nella battaglia e nella lotta quotidiana contro questa emergenza sanitaria. Numerose raccolte sono state già avviate a supporto degli ospedali nelle zone di maggior criticità del Paese, tuttavia la mia preoccupazione si rivolge a quelle strutture dove il diffondersi della pandemia con la carenza di attrezzature per la terapia intensiva potrebbe determinare conseguenze ancora più drammatiche. Attraverso l’Ordine Costantiniano Charity Onlus ho pertanto avviato una raccolta di fondi da destinare equamente agli ospedali con meno risorse che necessitano di incrementare le proprie dotazioni e postazioni di terapia intensiva. Ogni singolo euro donato sarà un barlume di speranza ed una piccola goccia di vita che vince questa avversità! Non poniamoci obiettivi e cerchiamo di arrivare il più in alto possibile. I primi 50.000 Euro sono già stanziati. La solidarietà è una forza immensa. Uniamoci in aiuto al Paese per aiutarci a vicenda! Ringrazio di cuore per la vostra generosità, anche a diffondere e condividere questa raccolta».

Carlo di Borbone delle Due Sicilie

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA